Aiutiamo a mantenere l'ambiente pulito con la raccolta di olii usati della Coop

30/11/-0001 -
Ogni martedì dieci soci volontari della COOP cureranno la consegna e la raccolta dei contenitori di olio usato per assicurare il corretto smaltimento dell’olio utilizzato in cucina.

di Silvia Malatesta


E’ stato presentato il progetto che vede protagonisti la Coop Adriatica ed il Comune di Jesi, nella raccolta differenziata presso il supermercato Coop di Jesi degli oli alimentari usati.
A partire da mercoledì 21 febbraio, alcuni soci volontari distribuiranno ai cittadini dei contenitori da 4 litri per la raccolta dell’olio usato in cucina. Il presidio nel punto vendita di via Gallodoro 72 sarà poi attivo, presso il Punto Soci, tutti i martedì sale 16 alle 19, sia per la consegna dei contenitori che per il ritiro degli oli. Una volta raccolto, l’olio esausto verrà scaricato in un’apposita isola ecologica collocata nel parcheggio del supermercato.

Tutti i soci che aderiranno all’iniziativa potranno usufruire di un interessante incentivo: per ogni fusto riempito saranno cioè riconosciuti sulla carta SocioCoop 10 punti validi per il collezionamento ( la raccolta punti da spendere in regali, iniziative di solidarietà o sconti sulla spesa).

Infatti, l'olio che utilizziamo ogni giorno nelle nostre case costituisce un pericoloso inquinante, perché, dopo la frittura, modifica la sua struttura, si ossida e assorbe pericolose sostanze prodotte dalla carbonizzazione dei residui alimentari. Ne deriva una sostanza che ha perso la sua originale purezza e che diventa un grave pericolo per l’ambiente; immesso nella rete fognaria, questo residuo oleoso provoca inconvenienti ai sistemi di depurazione e all’ambiente quando defluisce nella rete fognaria.

La raccolta degli oli usati di cucina – dichiara l'Assessore alle società partecipate di Jesi, Antonio Balestraha da anni in Italia una specifica legge che ne regolamenta lo smaltimento, ma interessa solo una parte dei produttori: ristoranti, mense, gastrononomie, ecc. Tuttavia lascia ai cittadini la libertà di disperdere questo rifiuto altamente inquinante nei normali scarichi urbani. Crediamo che sia molto importante sensibilizzare i consumatori aed un corretto smaltimento dei rifiuti per òa salvaguardia dell’ambiente che ci circonda”.

Il nostro progetto - sottolinea Luigi Giampaoletti, presidente della zona soci Marche 2 di Coop Adriatica - non vuole sostituire le funzioni proprie delle istituzioni, ma punta a stimolare tutte quelle sinergie che possono contribuire a tutelare l’ambiente in modo più efficace e completo sul territorio. Come cooperativa di consumatori, crediamo sia importante sensibilizzare i consumatori ed offrire a loro, e agli enti locali, un servizio utile: poter consegnare gli oli usati direttamente quando si va a fare la spesa è certamente una comodità e un modo pratico per conciliare le esigenze dell’ambiente e quelle della vita di tutti i giorni”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 febbraio 2006 - 3470 letture

In questo articolo si parla di