Gli Exend conquistano la finale di Arezzo Wave Marche

30/11/-0001 -
Nato nel 1987 come uno dei primi appuntamenti musicali dedicato alle nuove bands italiane, il concorso AREZZO WAVE BAND è diventato nel tempo per esse un punto di riferimento fisso, costante e fidato.

dal Mamamia Alternative Music Club


Sono oltre 18.500 le formazioni musicali che hanno partecipato al concorso, iscrivendosi gratuitamente per la partecipazione alle varie edizioni del festival; di queste sono state 4.242 le bands emergenti che hanno potuto esibirsi durante le oltre 980 serate di selezione live che hanno registrato negli anni una affluenza totale di pubblico di circa 213.000 persone; sono 356 i gruppi vincitori dei concorsi regionali che hanno avuto l'opportunità di suonare sui palchi del festival, e tra questi ci sono nomi divenuti poi celebri anche grazie a Arezzo Wave: Negrita, Afterhours, Mau Mau, Quintorigo, Almamegretta, Ritmo Tribale, Marlene Kuntz, Agricantus, Scisma, Yuppie Flu, Reggae National Tickets e molti altri.

Per quanto riguarda la regione Marche, quest’anno sono stati raccolti 43 demo, tra questi sono state selezionate 14 band che hanno partecipato alle due semifinali tenutesi al Mamamia di Senigallia Venerdì 3 febbraio 2006 e sabato 18 febbraio 2006. Tra costoro ne sono state selezionate 6 che parteciperanno alla finale del 4 marzo, sempre sul palco del Mamamia. In quell’occasione si deciderà il gruppo che calcherà, durante l’estate, il palco del prestigioso festival toscano.

Le band selezionate per la finale regionale delle Marche, scelte dai componenti della Giuria, Gilberto Mancini, Francesco Battisti e Ugo Torresi sono:

MORVIDA, da Pesaro, tre giovanissimi ragazzi, con un piglio rock molto accentuato che si avvicina a tratti ai Nirvana, altrove ai Verdena, con una tenuta di palco davvero eccezionale; gli EXEND, di Chiaravalle (AN), autori di un rock energico e da un suono nervoso e allo stesso tempo melodico; i NEVROSHOCKINGIOCHI, da Morrovalle (MC), un autentico affresco della dissonanza con chiari riferimenti a certo alternative rock americano, i CHEWINGUM, di Senigallia un duo che mischia in modo particolare elettronica (con la presenza di un DJ) e le atmosfere acustiche care a band come Kings Of Convenience. Infine la giuria ha scelto altre due band con un background di tutto riguardo: i F.L.A.G. di Porto Sant’elpidio (AP), autori di un rock italiano per niente scontato e con armonie avvincenti e i PLANETANON, di Recanati (AN) che sfoggiano un indie rock che attraversa le sfumature dei Radiohead e della scena indie inglese.

Queste sei band saliranno sul palco del mamamia a partire dalle ore 21.00 di sabato quattro marzo.

Sabato 04 marzo 2006

ingresso libero per la finale fino alle 23,00

1) ore 21,00 Morvida
2) ore 21,25 Exend
3) ore 21,50 Nevroshokingiochi
4) ore 22,15 Chewingum
5) ore 22,40 F.L.A.G.
6) ore 23,05 Planetanon





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 febbraio 2006 - 1480 letture

In questo articolo si parla di