Alvise Cherubini, Grande Ufficiale nell’Ordine al Merito della Repubblica

30/11/-0001 -
Il capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi ha conferito l’onorificenza di Grande Ufficiale nell’Ordine al Merito della Repubblica italiana al dottor Alvise Cherubini.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Le insegne sono state consegnate a Cherubini direttamente dal sindaco Fabiano Belcecchi, nel corso di una cerimonia svoltasi in Comune alla presenza del vicesegretario generale del Quirinale, Italo De Curtis.
Sono particolarmente lieto - ha detto Belcecchi - di questo prestigioso riconoscimento per uno dei personaggi più autorevoli della nostra città che si è particolarmente distinto nel lavoro, nello studio, nell’attività politica, sociale e culturale, mettendo a disposizione della nostra comunità le sue grandi doti umane e professionali”.

Alvise Cherubini, 85 anni, è sposato e padre di undici figli. Laureato con lode in medicina all’Università “La Sapienza” di Roma, è stato da giovane vicepresidente nazionale dei giovani di Azione Cattolica.
Tornato a Jesi, ha iniziato a svolgere l’attività di medico di famiglia che ha proseguito ininterrottamente fino al compimento del settantesimo anno di età.
Direttore del settimanale “Voce della Vallesina”, negli anni ’60 è stato eletto consigliere comunale. Nominato assessore, diventerà poi vicesindaco all’inizio degli anni ’70 nella Giunta guidata da Alberto Borioni.

Profondo conoscitore dell’arte medievale, membro della Deputazione di Storia Patria, Alvise Cherubini è stato autore di numerose pubblicazioni. A lui si deve, tra l’altro, il completo restauro della chiesa di San Nicolò di corso Matteotti.

In occasione della presentazione del suo ultimo libro, “Arte medievale nella Vallesina” (2001), il Consiglio comunale gli ha conferito all’unanimità la cittadinanza benemerita di Jesi.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 aprile 2006 - 5415 letture

In questo articolo si parla di