Falconara: continua la rassegna I corti di Alberto Sabbatini

30/11/-0001 -
La rassegna de “I corti di Alberto Sabbatini” anche lunedì 28 agosto ha fatto registrare il tutto esaurito al centro culturale di piazza Mazzini con la sala principale e le due salette attigue, collegate grazie al nuovo impianto multimediale, stracolme di gente.

dal Comune di Falconara
www.comune.falconara-marittima.an.it


Ci fosse stata un’altra sala al Centro Pergoli si sarebbe riempita anche quella.
Alcuni, non trovando posti a sedere, non hanno rinunciato ed hanno seguito le due pellicole in programmazione in piedi.
Un’operazione nostalgia che è proseguita nel break tra le due proiezioni previste, con Sabbatini presente in sala a tentare di spiegare, col suo coinvolgente stile tecnico-goliardico, le atmosfere dell’epoca, i segreti della lavorazione, gli aneddoti del backstage.

E se la serata di sabato ha regalato il western “Bang bang! Zip Zip!” (1964), realizzato coinvolgendo circa 200 comparse prese tra i bambini delle colonie estive, armati d’arco e pitturati in viso, ieri sera sullo schermo altre due pellicole: una parodia di James Bond, ovvero "007 Operazione Bikini" (1965) con l'agente segreto alle prese con ladri di costumi e la presenza di Gioia Re, - eletta miss Cinema 8mm a Castelfidardo e in seguito annunciatrice Rai - e "I leoni" (1963), corto composto da 4 mini episodi sui costumi dei giovani del tempo.
Seppur in una forma primordiale, l’affresco di un’epoca che non sembra distanziarsi di molto dalla nostra: nell'episodio "Un giorno bravo", infatti, un giovane pur di vivere una giornata “al massimo”, spende una fortuna affittando una bella auto, chiede in prestito un vestito elegante per poi scialacquare tutti i suoi averi tra roulette e carte. Dopo aver speso ben oltre le proprie possibilità si ritroverà nuovamente senza un quattrino, pronto a tornare a casa dalla madre per l’ora di pranzo: una situazione facilmente riscontrabile anche oggi, a più di 40 anni di distanza.

Mercoledì 30 agosto, la cinepresa di Sabbatini si sposterà in spiaggia per “Ricordi d’estate” (1966) e “Tempo d’estate” (1967). Come di consueto sono previsti due proiezioni (alle 21,30 e alle 22,30). L’ingresso è gratuito. La rassegna si chiuderà giovedì 31 agosto con “Stati di allucinazione”, ultima pellicola di Sabbatini, datata 1991.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 agosto 2006 - 1815 letture

In questo articolo si parla di