Rivoluzione in vista per la sosta a pagamento in centro

30/11/-0001 -
Rivoluzione in vista per la sosta a pagamento e per il controllo sull’accesso nella zona a traffico limitato del centro storico.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


La Giunta comunale ha infatti avviato la discussione per rinnovare sostanzialmente modalità, organizzazione e verifiche dei parcheggi blu e dell’ingresso delle auto nella città murata attraverso un pacchetto di interventi che uniformeranno Jesi ai Comuni italiani che già da tempo hanno avviato questo percorso.

Il progetto è in fase di elaborazione, sarà condiviso attraverso gli strumenti di partecipazione e dunque con il pieno coinvolgimento della circoscrizione ed interesserà necessariamente più assessorati. Ma le idee sono estremamente chiare.

Innanzitutto entreranno in funzione i parcometri, apparecchiature che saranno dislocate in tutti i punti dove si trovano i parcheggi, attraverso cui il cittadino potrà ricevere il tagliando per regolarizzare la sosta. Funzionanti con monete e con bancomat, offrono una maggiore flessibilità temporale rispetto ai tradizionali grattini di un’ora e mezzora, e dunque possono essere utilizzati sia per soste brevi, sia per soste prolungate, pagando effettivamente solo il tempo utilizzato. A controllare la regolarità della sosta nella zona blu saranno gli ausiliari del traffico, una figura già presente in molte città e che verrà introdotta anche a Jesi.

La loro presenza garantirà due vantaggi: da un lato assicureranno un ordinato controllo della sosta di chi parcheggia nella zona blu, dall’altro libereranno i vigili urbani da tale mansioni consentendo un servizio sul territorio più ampio e dunque più diffuso anche nei quartieri periferici. Una opportunità, questa, che si integra con la decisione dell’Amministrazione comunale di ampliare comunque la dotazione organica della polizia municipale, al fine di garantire una maggiore presenza nelle molteplici attività a cui i vigili sono chiamati, non ultima la sinergia con le altre forze dell’ordine nell’ambito del protocollo sulla sicurezza concordato con la Prefettura.

Significative anche le novità per regolamentare l’accesso al centro. Allo studio apparecchiature elettroniche per verificare che le auto che entrano da porta Garibaldi e da piazza Baccio Pontelli nella zona a traffico limitata abbiano la regolare autorizzazione. Un meccanismo questo che sarà attivato dotando in futuro tutti i residenti e gli autorizzati di un apposito lettore tipo telepass, consentendo alle apparecchiature elettroniche fisse di registrare e segnalare solo il transito dei veicoli sprovvisti del regolare permesso sia permanente che temporaneo, ovviamente nel rigoroso rispetto delle norme sulla privacy.

Una volta definito nei dettagli il progetto, si procederà con apposito bando pubblico ad assegnare tali servizi ad una o più ditte. L’operazione, oltre a disciplinare in maniera più regolare la sosta a pagamento e l’accesso alla Ztl, assicurerà anche benefici economici al Comune di Jesi.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 ottobre 2006 - 1254 letture

In questo articolo si parla di