Fabriano: inaugurata la nuova Sede del Circolo della Stampa Marche Press

30/11/-0001 -
Continua a pieno ritmo l’attività del Circolo Comprensoriale della Stampa “Marche Press” tra le cui iniziative c’è l’ultima relativa al Corso di Giornalismo “Informarsi per Informare” e la splendida testimonianza di solidarietà offerta in occasione della partita “Fabriano Grande Cuore”.

da Daniele Gattucci
Portavoce del circolo della Stampa - Fabriano


Il 29 dicembre infatti, nel corso dell’Assemblea annuale, i cui lavori sono stati presieduti dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti delle Marche Gianni Rossetti, il sindaco di Fabriano Roberto Sorci, il vice presidente della Provincia Giancarlo Sagramola, ed il presidente del Marche Press, Carlo Cammoranesi, hanno inaugurato la nuove sede di questa realtà che ha raggiunto oltre sessanta iscritti provenienti dall’intero territorio montano. Il taglio del nastro della prima vera “casa” del mondo dell’informazione dell’ entroterra, sita in viale Serafini 84 B nel Centro Edimar, ex lavoro Dopolavoro Ferroviario di Fabriano, ha per altro coinciso con i festeggiamenti della ricorrenza del decennale della fondazione di quest’ insieme che oggi riunisce molti giovani.

L’Hotel Gentile, grazie alla disponibilità dei titolari Vanda e Domenico Balducci, ha consentito agli oltre cinquanta i partecipanti all’Assemblea di organizzare una conviviale davvero degna della ricorrenza, preparando un gustoso menù preludio al brindisi finale che ha salutato il rinnovo del Consiglio Direttivo.

Quello uscente era composta da sette persone, l’attuale invece, dopo approvazione unanime dell’assise del nuovo statuto, è salito a nove con l’entrata in carica di Marisa Bianchini, Valeria Salari Peccica, Patrizia Greci, Andrea Rossetti e la riconferma di Carlo Cammoranesi, Egidio Montemezzo, Daniele Gattucci, Luciano Gambucci, Giuseppina Ferroni. “Un partecipatissimo momento d’incontro - ha commentato il presidente Cammoranesi nella sua relazione - per stringere un rapporto più familiare tra noi, lavorare insieme ed organizzare incontri ed appuntamenti di pubblico interesse che favoriscano la crescita della collettività locale e non”.

Cammoranesi, ricevendo i complimenti dal presidente dell’Ordine “per la vivacità, impegno e lavoro portato avanti dal Circolo” ha invitato le new entry a prendere parte ed animare con suggerimenti, idee “quello che è oramai divenuto un punto di riferimento” come poi ribadito Sorci e Sgramaola “per l’informazione corretta, trasparente e reale”.

Su questi aspetti, sulla situazione “interna alle redazioni, che devono sempre garantire la propria autonomia in pericolo anche per il mancato rinnovo del contratto di lavoro” s’è soffermato lungamente Rossetti, prendendo a conforto il recente decreto sulle intercettazioni. “Ulteriore strumento di controllo, oltre ai direttori, degli editori sulle redazioni, all’interno del quale, rispetto al passato recente, si vive in una situazione di solitudine: il giornalista rischia di diventare un semplice assemblatore di pagine mentre invece il giornale è un prodotto collettivo”.

Interessanti anche i passaggi sulla vertenza relativa al rinnovo del contratto nazionale del lavoro e l’importanza di ricercare sempre nuove forme di lavoro “magari con la gestione associato del servizio” in un settore dove entrare in pianta stabile nella redazione è una chimera. Valutazioni positive, Rossetti le ha espresse, come Gambucci che ha parlato di “positiva evoluzione dell’assetto comunicativo di Fabriano e comprensorio negli ultimi dieci anni” sui momenti formativi attuati dal Circolo della Stampa, fautore di corsi di Giornalismo in favore degli alunni che frequentano il Centro Edimar , che ha concesso gratuitamente i locali per realizzare la sede. La ditta Giacometti e Tozzi ha donato le stampanti, mentre l’emblema del Marche Press è stata regalato dalla Targotenica, ringraziati pubblicamente insieme all’Edimar dal Sindaco Roberto Sorci, che ha promesso, non appena terminati i lavori nell’edificio di San Benedetto, una sede istituzionale al Circolo, per il quale Verdenelli ha chiesto anche la creazione di una Sala Stampa.

Certo è, come confermato da Cammoranesi, che la nuova struttura ora è a disposizione dell’intera collettività, ed ha invita tutti a tenere aperta la Sede per farne un vero e proprio “punto d’incontro”. Tanti le indicazioni emerse dall’Assemblea, che ha terminato la discussione di tutti i punti all’ordine del giorno con l’appuntamento a metà gennaio per l’assegnazione degli incarichi al neo eletto Consiglio Direttivo, gia al lavoro per a commemorazione del patrono San Francesco di Sales.








Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 gennaio 2007 - 2948 letture

In questo articolo si parla di