Fabriano: Premio Nazionale libro per l'ambiente

30/11/-0001 -
A fianco ai testi scolastici, tornano con successo i libri “verdi”. Si rinnova puntale anche quest'anno l'appuntamento con il “Premio Nazionale libro per l'ambiente”, concorso per editoria di qualità ambientale promosso da Legambiente e La nuova Ecologia, che vede circa 2000 studenti marchigiani e non solo, nei panni dei lettori-giurati di un'appassionante gara tra 6 libri selezionati per loro da una giuria tecnica di esperti.

da Legambiente


Giunto alla sua IX edizione, il concorso di quest'anno è dedicato a Lucio Lombardo Radice e realizzato con il patrocinio e il contributo di Regione Marche Assessorato all’Ambiente, Provincia di Ancona Assessorato all'Ambiente, Provincia di Macerata, Comune di Ancona Assessorato alla Pubblica Istruzione, Comunità Montana Esino Frasassi-Parco Gola della Rossa e Frasassi e con il patrocinio di Parco del Conero,Comunità Montana Alte Valli del Potenza e dell'Esino, Provincia di Ascoli Piceno e Provincia di Pesaro Urbino.

Una popolarità consolidata anche a livello nazionale, quella di Premio Libro per l'Ambiente, tanto che anche quest'anno sono stati oltre ottanta i volumi pervenuti da tutt'Italia in risposta all'omonimo bando scaduto a settembre. A una commissione di esperti (formata da Vichi De Marchi, Ermanno Detti, Walter Fochesato, Enrico Fontana, Alberto Oliverio, Rossana Sisti e il coordinatore del Premio Tito Vezio Viola) è toccato “l'arduo compito” di selezionarne 3 per la SEZIONE DIVULGAZIONE SCIENTIFICA e 3 per la SEZIONE NARRATIVA, ma sarà soltanto il giudizio insindacabile dei piccoli lettori a determinare i 2 vincitori assoluti.

Una formula di successo, quella dei lettori-giurati, che anche quest'anno registra una massiccia partecipazione: sono quasi 2.000 infatti gli alunni tra i 6 e i 14 anni, di ben 82 classi di scuole primarie e secondarie (di I grado) marchigiane, perlopiù dalla provincia di Ancona e Macerata - cui si stanno aggiungendo anche classi da fuori regione - che nei prossimi mesi si impegneranno in classe nella lettura dei testi finalisti, vestendo con convinzione i panni di membri della giuria popolare, chiamati poi a vere e proprie votazioni segrete, ai successivi spogli pubblici e conta dei voti, fino alla festa finale di premiazione e incontro con i vincitori, che si terrà il 31 maggio 2007 proprio al Parco Gola della Rossa.

I libri prescelti, che si contenderanno un premio in danaro di 516 euro e potranno fregiarsi della dizione “Premio Libro per l’ambiente 2007 - libro consigliato da Legambiente”, sono stati presentati oggi nel corso di un incontro cui hanno preso parte Marino Montalbini Assessore alla Cultura C. Montana Esino Frasassi, Massimiliano Scotti Direttore del Parco Gola della Rossa-Frasassi, Luigino Quarchioni Presidente Legambiente Marche e Leonello Negozi Direttore Legambiente Marche.

Per la sezione DIVULGAZIONE SCIENTIFICA la giuria di esperti ha individuato come finalisti:

✔ Il cielo che si muove, di Mario Lodi, Editoriale Scienza, Trieste

✔ Birdwatching in giardino, di Domenico Serafini, Palombi Editore, Roma

✔ ABC...come cittadino, di L. Ciotti e P. Probst, Ega Editore, Torino

Per la sezione NARRATIVA invece, i testi in finale sono:

✔ La notte di Q, di Michael Reynolds, Orecchio Acerbo, Roma

✔ Nato straniero, di Janna Carioli, Fatatrac Editore, Firenze

✔ Nickname Romeo Nickname Giulietta, di Maurizio Giannini, L'isola dei ragazzi Edizioni, Napoli

Sarà sempre la giuria esaminatrice infine, ad assegnare il Premio Speciale Migliore Coerenza Grafica Testo e una ulteriore menzione speciale, che saranno resi noti più avanti. Ambiente, animali e misteri del cielo spaziale, ma anche amicizia, integrazione razziale ed educazione alla cittadinanza, sono dunque, in sintesi, i temi oggetto dei libri finalisti di quest'anno. Chissà quale conquisterà i gusti dei piccoli lettori...il testimone ora passa a loro.

LE SCUOLE MARCHIGIANE PARTECIPANTI AL PROGETTO:

ANCONA (Istituto Comprensivo Archi-Cittadella Sud: primarie C. Antognini, primarie Leonardo Da Vinci; IC Ancona CSE Augusto Scocchera: Scuola Pietralacroce e Primaria Conero; IC Quartieri Nuovi: secondaria Buonarroti, secondaria G Rodari; IC Ancona Centro: primaria E. De Amicis, secondarie G Pascoli)

CAMERANO (Istituto comprensivo Camerano: primaria Sperandei, primaria S. Pellico),

CUPRAMONTANA (Istituto comprensivo Cupramontana: secondaria Cupramontana, secondaria Staffolo)

SERRA SAN QUIRICO (Istituto comprensivo Serra San Quirico: secondaria Angeli di Rosora)

SASSOFERRATO (Istituto comprensivo Sassoferrato: primaria Catobagli, primaria Rione Borgo, primaria Brillarelli, secondaria Centrale)

CERRETO D'ESI (Istituto comprensivo Cerreto D'Esi: primaria T Lippera, secondaria Melchiorri)

MACERATA (Istituto comprensivo E Fermi: primaria E Medi, primaria S Pertini, primaria Q.re Pace, secondaria primo grado; Circolo Didattico F.lli Cervi: primaria IV Novembre),

CIVITANOVA MARCHE (Circolo didattico via Tacito: primarie Santa Maria Apparente; Circolo didattico via Ugo Bassi: primaria A Garibaldi)

LE SCUOLE PARTECIPANTI DA FUORI REGIONE:

GELA (CL) (Primaria del Terzo circolo didattico E Solito),

ROMA (Scuola Secondaria Toniolo).

Come da consuetudine delle ultime edizioni, anche questa è dedicata a un personaggio speciale: Lucio Lombardo Radice (Catania 1916, Bruxelles 1982).
Antifascista, incarcerato nel '39 e nel '43, poi membro del partito Comunista, fu docente di matematica e scrittore, con la passione per la pedagogia. Ideatore di giochi per educare-divertendo e al tempo stesso tenere allenato il cervello, considerato “Il giocattolo più grande”, fu promotore d'una relazione educativa più democratica e pedagogo innovativo.
Tra i fondatori della rivista “Riforma della Scuola”, impegnto in numerose battaglie civili, Radice seppe coniugare brillantemente la sua attività con quella di riformatore nel campo della scuola e della formazione.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 gennaio 2007 - 1399 letture

In questo articolo si parla di





logoEV