Fabriano: è in arrivo Alessandro Bergonzoni e il suo umorismo

2' di lettura 30/11/-0001 -
Divertimenti linguistici, giochi di assonanze, libertà di azione, un attore che sfida le regole del pubblico. Tutto questo e anche più è “PREDISPORSI AL MICIDIALE”, lo spettacolo di Alessandro Bergonzoni che andrà in scena il 24 gennaio alle ore 21.15 nell'’ambito della rassegna “Teatro Libera tutti” (progetto del Teatro degli Esclusi e delle diversità) diretta dal Teatro Pirata e promossa da Assessorati ai Servizi Sociali e alla Cultura del Comune di Fabriano, in collaborazione con il Centro Socio-riabilitativo “Un mondo a colori”, l’Istituto Tecnico Statale Commerciale e per Geometri “G. Morea”, la Coop. Il Tulipano.

dal Comune di Fabriano
www.comune.fabriano.an.it


Durante le oltre due ore di spettacolo non si può davvero fare altro che arrendersi alla mente micidiale dell’autore bolognese. Le uniche certezze assolute sono la scena di Mauro Bellei, la regia di Bergonzoni-Rodolfi e l’orario di inizio… In effetti Bergonzoni più che attore è un autore: ciò che gustiamo sul palcoscenico è lo spettacolo della sua mente. Anche la scenografia non rappresenta altro che la sua mente: un lungo tubo bianco attorcigliato, che si srotola su un letto e poi finisce disegnando nello spazio un semplice piano cartesiano. Pochi elementi del visibile, quindi, per lasciare spazio all'enorme, ingombrante mole di idee-parole dell'irresistibile universo bergonzoniano. E per due ore ci presenta il suo mondo, tutto intero, e un'infinita schiera di argomenti di cui "bisognerebbe iniziare a discutere", come il rapporto tra agonia e agonismo, il dolore del platano investito da un autista notturno, l'angelo a lato (della strada, perché stare in mezzo non è così piacevole), il passero con la nausea...

A Bergonzoni non interessa la morale della favola: lui semmai tira al pubblico stimoli a raffica e le risate continue provenienti dalla platea dimostrano che il pubblico c'è e collabora fino alla fine, anche nei momenti di auto-improvvisazione, quando l’artista lavora e scava nella sua mente per trovare nuovi agganci, nuove associazioni: il risultato è uno spettacolo "sui generis" dove finalmente si ride con intelligenza.

BIGLIETTI: Intero euro 12, Ridotto euro 6 (giovani fino a 25 anni e studenti universitari),

BIGLIETTERIA TEATRO GENTILE

Giovedì e venerdì ore 16 - 19,30; Sabato ore 10 - 13. Nei giorni di spettacolo la biglietteria sarà aperta dalle 16 alle 19,30 e dalle 20 ad inizio recita.

INFORMAZIONI

Teatro Pirata, Tel. 0731. 56590, Ufficio scuola 0731. 4243 box@teatropirata.com www.teatropirata.com Teatro Gentile Tel. 0732. 259938, Ufficio scuola Tel. 0732. 3644 teatroteatro@libero.it www.teatrogentile.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 gennaio 2007 - 1450 letture

In questo articolo si parla di





logoEV