Il Vescovo Rocconi incontra i giornalisti per festeggiare San Francesco di Sales

30/11/-0001 -
Il 24 gennaio ricorrenza di San Francesco di Sales presso il Santuario delle Grazie a Jesi alle ore 12 il Vescovo Gerardo Rocconi celebrerà la Santa Messa.
Sono invitati i giornalisti e gli operatori della comunicazione della Vallesina per una comune riflessione sull’importanza della comunicazione nella nostra società contemporanea.

dalla Diocesi di Jesi
www.jesi.chiesacattolica.it


In attesa della pubblicazione, mercoledì, del Messaggio di Benedetto XVI per la 41ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali 2007 (I bambini e i media: una sfida per l'educazione) presentiamo una riflessione di Adriano Fabris, docente di etica della comunicazione all'Università di Pisa, su alcuni passi del discorso tenuto dal Papa lo scorso 6 gennaio, riguardanti i media. I mass-media, ha detto il Papa, "se da una parte moltiplicano indefinitamente le informazioni, dall'altra sembrano indebolire le nostre capacità di una sintesi critica". In altri termini, l'overdose d'informazione, alla quale siamo sottoposti, lungi dal favorire la crescita e la maturazione delle coscienze, rischia di provocare confusione. Se non c'è un orientamento chiaro, se tutto appare posto sullo stesso piano, con la stessa evidenza, se non viene dato un senso globale, che consenta di fruire in maniera adeguata del proliferare delle notizie, rischiamo davvero di perderci.

San Francesco di Sales
Thorens, Savoia, 21 agosto 1567 - Lione, Francia, 28 dicembre 1622.
Vescovo di Ginevra, fu uno dei grandi maestri di spiritualità degli ultimi secoli. Scrisse l’Introduzione alla vita devota (Filotea) e altre opere ascetico-mistiche, dove propone una via di santità accessibile a tutte le condizioni sociali, fondata interamente sull’amore di Dio, compendio di ogni perfezione (Teotimo). Fondò con santa Giovanna Fremyot de Chantal l’Ordine della Visitazione. Con la sua saggezza pastorale e la sua dolcezza seppe attirare all’unità della Chiesa molti calvinisti.
Patronato: Giornalisti, Autori, Scrittori, Sordomuti - Etimologia: Francesco = libero, dall'antico tedesco - Emblema: Bastone pastorale
San Francesco di Sales, considerato quale padre della spiritualità moderna, ha avuto il merito di influenzare le maggiori figure non solo del “grand siècle” francese, ma anche di tutto il Seicento europeo, riuscendo a convertire al cattolicesimo addirittura alcuni esponenti del calvinismo. Francesco di Sales a ragione può essere considerato uno dei principali rappresentanti dell’umanesimo devoto di tipica marca francese. Fu un vescovo santo, innamorato della bellezza e della bontà di Dio.
E’ infine doveroso ricordare come al suo nome si siano ispirate parecchie congregazioni, tra le quali la più celebre è indubbiamente la Famiglia Salesiana fondata da San Giovanni Bosco, la cui attenzione si rivolge più che altro alla crescita ed all’educazione delle giovani generazioni, con un’attenzione tutta particolare alla cura dei figli delle classi meno abbienti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 gennaio 2007 - 1179 letture

In questo articolo si parla di