Verifiche a tappeto per il pagamento della Tosap

30/11/-0001 -
Un controllo a tappeto su tutto il territorio comunale per verificare le occupazioni di suolo pubblico (passi carrai, tende, pensiline, ecc.) e la conseguente regolarità delle denunce della tassa.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Lo ha annunciato l’Ati Aipa-San Giorgio, concessionaria del Comune di Jesi per l’accertamento e la riscossione della Tosap che nei prossimi giorni darà il via a quello che viene considerato un vero e proprio censimento su tutto il territorio comunale.

“Si invitano i soggetti interessati - mettono in guardia dalla concessionaria - ad effettuare la regolarizzazione delle posizioni eventualmente in essere, prima che siano accertate irregolarità e vengano applicate le sanzioni di legge per chi non si trovasse in regola”.

L’Ati Aipa-San Giorgio - che resta a disposizione per il pubblico presso la sede in Galleria della Sima 12 (info 203088) - ricorda allo stesso tempo che entro il 31 gennaio vanno comunicate la variazione o la cessazione delle occupazioni soggette al pagamento della Tosap (passi carrai, edicole, banchi di vendita, tende solari, ecc.) o dell’imposta comunale sulla pubblicità (insegne, targhe, ecc.) intervenute nel corso del 2006. La mancata denuncia della cessazione comporta il pagamento del tributo anche per l’anno corrente.

Per quanto riguarda infine il pagamento della tassa in questione e dell’imposta comunale sulla pubblicità, l’Amministrazione comunale ricorda che per il 2007 va effettuato entro il prossimo 31 marzo. La concessionaria provvederà per tempo ad inviare ai contribuenti i relativi bollettini postali con l’ammontare del tributo per il versamento che potrà essere effettuato solo negli uffici postali. Si rammenta che l’invio dei bollettini costituisce un servizio al cittadino e che pertanto il mancato recapito dello stesso non esonera il contribuente.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 gennaio 2007 - 1170 letture

In questo articolo si parla di