Prosegue il teatro per ragazzi con I viaggi di Sindbad il marinaio

2' di lettura 30/11/-0001 -
Avventure da “Mille e una notte” al Teatro Pergolesi di Jesi, per far sognare bambini, mamme e papà.

da Fondazione Pergolesi Spontini
www.fondazionepergolesispontini.com


E’ la proposta della 23 esima stagione di Teatro Ragazzi promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini e diretta dal Teatro Pirata, che prosegue domenica 28 gennaio alle ore 17,30 con lo spettacolo “I viaggi di Sindbad il marinaio” allestito dalla compagnia ravennate Fratelli di Taglia.

La stagione per ragazzi, lo ricordiamo, è realizzata in collaborazione con i Comuni di Jesi, Maiolati Spontini, Montecarotto e San Marcello, la Provincia di Ancona (progetto Leggere il ‘900), la Regione Marche, il Ministero dei Beni e delle Attività culturali, e con il contributo della Banca Popolare di Ancona e di Pieretti Planet.

“I viaggi di Sindbad il marinaio” è uno spettacolo musicale con gli attori in scena che cantano dal vivo. Il racconto si dipana attraverso mille avventure, quelle appunto di Sindbad, ricco mercante di Baghdad, il quale dopo aver sperperato i beni ereditati dal padre si imbarca per tentare la fortuna. Il tema cardine è il viaggio fantastico, la voglia di conoscere mondi nuovi, di mettersi alla prova per approdare alla conoscenza di se stesso. Lo spirito avventuriero di Sindbad guiderà il pubblico attraverso il mare Mediterraneo: il marinaio affronterà un ciclope che tenterà di arrostirlo, malvagie creature che cavalcano l’uomo come se fosse un cavallo, serpenti affamati che cercheranno di ingoiarlo, enormi uccelli che lo trasporteranno attraverso il cielo e altri pericoli ancora. Ma alla fine la forza della fantasia prevarrà sui sogni cattivi e Sindbad si sveglierà arricchito di nuove esperienze.

Biglietti: adulti 7 euro, ragazzi 4 euro
INFO: Biglietteria del Teatro Pergolesi Tel. 0731206888 www.fondazionepergolesispontini.com
Teatro Pirata: Tel. 073156590 Fax 07314243 www.teatropirata.com





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 gennaio 2007 - 1194 letture

In questo articolo si parla di