Un tuffo nel medioevo

30/11/-0001 -
Basta attraversare le mura storiche di Jesi e addentrarsi nel centro storico in questi giorni.
Apre alla grande il 12° Palio di San Floriano, la rievocazione storica che terrà impegnata Jesi nei prossimi giorni, con suggestive atmosfere in costume, locande tradizionali, sbandieratori, tamburini, artisti di strada e tutto ciò che catapulta lo spettatore nel medioevo.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


Ieri l’araldo ha guidato il corteo per l’annuncio dell’inizio del Palio, seguito da tamburi, chiarine e popolane. Un preludio alla serata che ha visto l’inizio del torneo di calcetto in abiti storici e la gara di tiro con l’arco tra quartieri.

Per oggi è prevista la tradizionale scampanellata dei bambini per le vie del centro (ore 16.30) ed un nuovo passaggio dell’araldo. In serata, invece dopo la finale del calcetto in costume (presenti alla presentazione i campioni di motociclismo Alessandro e Alessia Polita con le loro moto), si svolgeranno le esibizioni degli sbandieratori e degli arceri. Il tutto circondati dalla costante animazioni di duellanti, mangiafuoco, giullari e tamburini.

Nato come segno di supremazia della città di Jesi nei confronti dei castelli della zona, il Palio ha assunto negli anni una veste di solidarietà ed aiuto tra i comuni della Vallesina che ogni anno si impegnano per la buona riuscita dell’iniziativa. Solidarietà che viaggerà anche attraverso la lotteria del Palio: numerosi pr saranno in giro per il centro per vendere i biglietti fortunati. Primo premio uno scooter e parte del ricavato destinato a Gli Amici dello Iom.

Anche quest’anno la gara di tiro con l’arco consegnerà al vincitore il vessillo di San Floriano e sicuramente tutti saranno pronti per togliere lo scettro a Mergo, vincitore della scorsa edizione. Con l’arrivo di tanta gente a Jesi (lo scorso anno si contarono circa 30.000 visitatori) saranno intensificati i controlli di prevenzione e di ordine pubblico da parte di Polizia e Carabinieri che invitano i cittadini ad interpellare 113 e 112 per segnalare qualsiasi movimento sospetto. Fino a domenica infine sarà vietata la sosta dei veicoli in piazza Baccio Pontelli.

L’Urp del Comune resterà a disposizione del pubblico per qualsiasi tipo di informazione su aree sosta, limitazioni al traffico e programmi della manifestazione (info 800 580084).








Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 maggio 2007 - 1337 letture

In questo articolo si parla di