Falconara: via l'api dai tavoli di concertazione

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il 10 maggio al Consiglio comunale di Falconara si è consumato l'ennesimo atto di indecente sudditanza alla raffineria API da parte della Giunta falconarese ed in particolare del Sindaco Recanatini.

dal Comitato 25 agosto


Al tavolo della Giunta comunale, su invito dello stesso Sindaco Recanatini, si sono seduti il Direttore della raffineria, ing. Citrolo, e il Responsabile API per la sicurezza e l'ambiente, ing. Cleri ai quali è stata riconosciuta la stessa dignità della rappresentante dell'ARPAM e dell'Assessorato all'Ambiente a relazionare sullo stato della bonifica dei fondali marini e delle spiagge inquinate dall'olio combustibile ad alto tenore di zolfo sversato da una conduttura di raffineria.

Mentre i Sindaci di Montemarciano e Senigallia hanno democraticamente scelto di indire consigli comunali aperti nei quali anche i cittadini hanno potuto prendere la parola per confrontarsi con gli amministratori sulle conseguenze ambientali dello sversamento di olio combustibile ATZ, il Sindaco Recanatini ha ignorato la richiesta della Consulta Ambientale del Comune di Falconara di:
- indire un consiglio comunale aperto;
- di istituire una unità informativa che supplisse a settimane di vuoto informativo e, costantemente, fornisse informazioni riguardo alla bonifica delle spiagge e dei fondali marini alla popolazione, alle associazioni di categoria e alle associazioni ambientaliste.

Cosa c'entra l'intervento dell'API in un Consiglio comunale che non è aperto? E soprattutto cosa ci fa l'API seduta ad un tavolo tecnico che deve coordinare e decidere ciò che la raffineria API deve fare per portare a termine una difficoltosa bonifica?

Questa domanda è stata girata - in mattinata - con una lettera alla Regione Marche, alla Prefettura, alla Capitaneria di Porto di Ancona, alla Provincia ed ai Comuni coinvolti dagli spiaggiamenti di olio combustibile ATZ.

Ma il tentativo del rappresentante del Comitato di Villanova di rivolgere le stesse domande direttamente al Sindaco di Falconara in Consiglio comunale è stato bloccato dal Presidente del Consiglio – Marco Salustri - che ha fatto espellere dall'aula i due componenti del comitato. L'importante è che il Sindaco Recanatini abbia garantito all'API una passerella pubblicitaria nella quale poter dimostrare quanto si dia da fare per le nostre spiagge. Peccato che ancora non abbia quantificato l'olio combustibile ATZ finito dalla tubatura in mare e sulle spiagge. Ma nessuno sembra intenzionato ad esigerlo.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 maggio 2007 - 921 letture

In questo articolo si parla di





logoEV