Ultimati i lavori nel nuovo lotto del cimitero

30/11/-0001 -
Sono stati completati i lavori dell’ultimo lotto del nuovo cimitero, quello posto davanti al parcheggio e ben individuabile dal complesso di negozi che ospiterà i fiorai.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


La realizzazione è stata curata con una significativa semplificazione delle forme, attraverso fabbricati ad un solo piano che ospitano cappelline contigue a 6 o 8 posti disposti secondo un semplice disegno “a pettine”.

Una scelta che conferisce notevole intimità ai brevi percorsi pedonali d'accesso alle cappelline delimitati da un lato dall'ampia corte sistemata a verde e dall'altro da un lungo porticato che ricollega alle espressive geometrie in cemento armato della precedente costruzione. L'interno di questo ultimo lotto è volutamente semplice, attraverso la scelta dei materiali tradizionali per il rivestimento dei fabbricati, in cotto e intonaci in gamme cromatiche naturali.

La corte interna si presenta come un vasto parterre a prato, lievemente degradante, arricchito dalla presenza di essenze arboree evocative quali i cipressi e i tassi. Sul retro dell'edificio dei negozi, sulla lunga parete cieca intonacata campeggiano le lettere della breve citazione del Pascoli “O tu che sei tra i vivi solo perché ti penso”.

Di fronte all'ingresso, alla sommità del parterre, è presente una figura in bronzo di un giovane inginocchiato su di una lapide: l'opera dal titolo “Metamorfosi” è stata realizzata nelle fonderie di Verona dal giovanissimo scultore altoatesino Aron Demetz, scoperto alcuni anni fa dal critico d'arte Vittorio Sgarbi e noto per avere rappresentato l'arte moderna italiana sia nella prestigiosa mostra del 2004 "Da Tiziano a De Chirico" che nella recente delegazione italiana in visita in Giappone. Con la fine dei lavori si conclude una lunga e tormentata "querelle" iniziata nel 1995 che ha visto il fallimento e il recesso dai lavori di 2 ditte in un procedimento che vede ancora impegnata la curatela fallimentare per la risoluzione delle varie controversie.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 maggio 2007 - 819 letture

In questo articolo si parla di