Jesi: il comune chiede scusa per i danni del TNT

30/11/-0001 -
Abbiamo incontrato la signora Sbaffi ed alcuni residenti di Via Politi nella mattina di sabato 12 maggio scorso.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Oltre a scusarci per conto terzi per il danno che è stato arrecato alla parete esterna dell’abitazione della famiglia Sbaffi, abbiamo ritenuto condivisibili le esigenze di una migliore vivibilità della zona e di una diversa convivenza con le attività del centro sociale TNT.

Riguardo all’atto vandalico accaduto nella notte del 5 maggio, la famiglia Sbaffi era già a conoscenza da lunedì 7 maggio dei nomi e recapiti delle due persone che hanno imbrattato il muro (l’eventuale denuncia non compete al Comune), individuate dagli stessi giovani che hanno organizzato l’evento e che hanno fatto - seppur non di loro competenza - il miglior servizio d’ordine possibile. Inoltre già nella mattinata del 5 maggio il muro imbrattato era stato ritinteggiato dagli stessi ragazzi che hanno organizzato la festa.

La manifestazione dei writers si era già tenuta nel 2005 senza alcun problema, riteniamo pertanto ingeneroso accumunare due teppisti venuti da fuori città, con i giovani jesini che hanno promosso la manifestazione.

Altra cosa è pretendere che le attività del centro sociale non costituiscano un problema di vivibilità del quartiere. A tal scopo l’Amministrazione comunale ha già preteso dal centro sociale, in un incontro svoltosi il 17 maggio i seguenti impegni, vincolando al rispetto di questi l’esercizio della propria autorità:
1)insonorizzazione completa del centro sociale;
2)manutenzione del verde e pulizia quotidiana della strada e dell’area limitrofa al centro;
3)sospensione a data da riconcordare delle feste settimanali;
4)apertura del centro sociale al quartiere e organizzazione di pomeriggi domenicali per la terza età (ripresa del ballo liscio come anni fa) a cura del centro sociale;
5)promozione di attività estive per i bambini e gli anziani nel Parco dei Cordai; in questo l’Assessorato alle Politiche Giovanili ha già previsto da giugno il ritorno del Ludobus in quello spazio.

Inoltre l’Amministrazione comunale ha già predisposto un nuovo piano della viabilità in Via Politi e dintorni, volto a tutelare i residenti rispetto all’esigenza di una maggiore sicurezza, che è necessario garantire, anche con il concorso delle forze dell’ordine, ogni giorno e non solo durante le attività del centro sociale. Per quanto di competenza, l’Amministrazione comunale ha già predisposto un rafforzamento quotidiano della presenza dei vigili urbani.

Ciò perché nel complesso Politi e dintorni si svolgono quotidianamente diverse attività sociali, oltre a diverse attività di carattere artigianale e imprenditoriale. Tale proposta verrà illustrata e concordata con i residenti appena superata la fase elettorale.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 maggio 2007 - 1086 letture

In questo articolo si parla di