Fabriano: Enrico Carmenati è il candiato sindaco per il centro destra

30/11/-0001 -
Enrico Carmenati, 53 anni, coniugato, due figli, avvocato, è il candidato a sindaco sostenuto da Alleanza Nazionale, Forza Italia, Udc e dalla lista Con Carmenati per Fabriano. Il suo programma elettorale punta ad un alleggerimento della pressione fiscale, uno snellimento della pubblica amministrazione, più attenzione ai bambini e alla vitalità del centro storico.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it


“I cittadini chiedono un indirizzo politico chiaro e linee guida precise all'interno delle quali modulare le singole scelte -sostiene Enrico Carmenati sul suo sito elettorale- l'idea fondamentale del nostro programma è alleggerire. Alleggerire la fiscalità allargando la base dei contribuenti. Alleggerire la paura dell'immigrazione pretendendo dai nuovi cittadini integrazione e rigore. Alleggerire l'invecchiamento della popolazione rilanciando una città pensata a partire dai bambini. Alleggerire la crisi industriale investendo nella cultura, nel territorio, nei beni immateriali.

Alleggerire la pubblica amministrazione snellendo gli organici, ripensando le funzioni e gli strumenti organizzativi. Alleggerire la comunicazione informatizzando strutture, enti, comunità. Alleggerire la decisione centralizzata allargando la partecipazione, trasferendo ai cittadini organizzati funzioni importanti, scelte, motivazioni”.


Per Carmenati i cittadini devono essere coinvolti nelle scelte di governo.

“Fabriano è una città che riscopre la piazza -aggiunge- quella delle decisioni e quella del confronto. La piazza dello stare insieme, della condivisione, dello spirito comunitario. Una Fabriano che pianifica senza imporre, che reagisce all'isolamento riscoprendo l'orgoglio della propria identità civica”.

Clicca qui per vedere il programma elettorale

Ecco i simboli delle liste che sostengono Enrico Carmenati:






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 maggio 2007 - 3533 letture

In questo articolo si parla di