Volley: la Monteschiavo passa all'Adriatic Arena

30/11/-0001 -
Grande impresa della Monte Schiavo Banca Marche, che come un anno fa, passa all’Adriatic Arena con un convincente 3-1 e si porta sul 2-0 nella serie di semifinale contro Pesaro.

da Volley Monteschiavo


Una vittoria fortemente voluta dalle prilline, come afferma il capitano Elisa Togut, premiata come miglior giocatrice di gara due.

“Era una gara importante contro un avversario che ha fatto di tutto per vincere. Era determinante resistere mentalmente e portare a casa il risultato. Gara tre? Non facciamo pronostici: nei play-off nessuna squadra vuole andare a casa”.

L’arma in più della Monte Schiavo è stata senza dubbio il servizio. “Siamo passati da picchi alti a dei bassi – spiega coach Marcello Abbondanza - In questi play-off c'è grande tensione, noi siamo stati più bravi a restare calmi. Il servizio ci ha dato una mano ed anche l'organizzazione del muro-difesa, che ha fatto cadere pochi palloni, come accaduto sabato sera”.

Le prilline sono state brave ad approfittare degli errori della Scavolini. “Abbiamo lavorato tanto e si vedono i frutti - ci tiene a dire il tecnico di Cesena -. La panchina ci ha dato qualcosa in più. Cella quando è entrata ha fatto bene. Ora siamo una squadra vera, concreta e che gioca una bella pallavolo. A volte abbiamo dei black-out ma siamo bravi a riaccenderci”.

E domenica sera al PalaTriccoli (ore 20.30), Togut e compagne torneranno in campo per gara tre. Una vittoria delle jesine chiuderebbe la serie e regalerebbe alla Monte Schiavo la sua seconda finale scudetto e la partecipazione alla Champions League del prossimo anno.

Grande è l’attesa per questa gara3 che la Monte Schiavo affronterà con la stessa determinazione messa in campo mercoledì a Pesaro: la Scavolini resta un’avversaria estremamente pericolosa e venderà cara la pelle, vietato distrarsi quindi.

Biglietteria e cancelli del palasport di Jesi apriranno alle ore 18.30.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 maggio 2007 - 1067 letture

In questo articolo si parla di