Frasassi: dalle scuole statunitensi alle suggestive Grotte

30/11/-0001 -
Per la prima volta il NIAF sceglie le Marche per l’annuale tour culturale in Italia.

dalle Grotte di Frasassi


Sono arrivati venerdì in Italia dagli Stati Uniti 45 italoamericani per una vacanza/studio alla scoperta delle Marche. Studenti di età compresa tra i 18 e i 25 anni che grazie ai loro brillanti risultati scolastici hanno vinto questo viaggio messo a disposizione dalla NIAF l’associazione italoamericana statunitense che ogni anno organizza collegamenti culturali con il nostro paese.

"Quest’anno per la prima volta – ha dichiarato Anna Rita Nicoletti, coordinatrice regionale marchigiana del NIAF in Italia – siamo riusciti a candidare la nostra regione. L’associazione Italoamericana mantiene da sempre scambi socio culturali con il nostro paese, cercando ogni volta luoghi che trasmettano fino in fondo il valore, la cultura e le bellezze artistiche italiane".

Le indiscusse bellezze del Conero, di Urbino, Macerata, e il parco e le Grotte di Frasassi hanno giocato un ruolo fondamentale nell’ottenere l’OK da Washington.

"Dalla stupenda Numana, dove sono alloggiati - ha proseguito Anna Rita Nicoletti - ogni giorno portiamo gli studenti ai diversi impegni culturali: luoghi artistici, incontri con i loro “colleghi” del distaccamento italiano dell’Oregon University, lezioni all’università di Macerata, visite in aziende e una presentazione della reatà economica marchigiana tenuta dal Presidente di Confindustria di Macerata Germano Ercoli. Oggi, invece, è una giornata di svago e non potevamo non portarli alla Grotte di Frasassi all’interno nel parco della Rossa con l’abbazia di san Vittore e il museo”.

Grande stupore hanno infatti dimostrato gli studenti americani alla visita delle Grotte di Frasassi, le più grandi d’Europa, un luogo davvero inconsueto, e per molti versi unico che ha davvero affascinato tutti.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 giugno 2007 - 1051 letture

In questo articolo si parla di