Pianello Vallesina: una nuova scuola per unire due Comuni

3' di lettura 30/11/-0001 -
Nell’ultima seduta, il Consiglio Comunale di Castelbellino ha approvato lo schema di convenzione per l’acquisto di una quota parte del plesso scolastico che il Comune di Monte Roberto si sta apprestando a realizzare a Pianello Vallesina.

dal Comunale di Castelbellino


Si tratta di una delibera molto importante (non solo dal punto di vista economico) perchè riguarda un progetto molto ambizioso che è stato fortemente voluto da due diverse amministrazioni comunali, cosa già di per sé molto rara. La scuola dell’infanzia che sorgerà a Pianello risolverà finalmente il problema delle liste d’attesa, che si sono allungate per via dell’incremento della popolazione, al quale, finora, non si era mai accompagnato l’adeguamento delle strutture scolastiche.

E tale problema riguardava entrambi i Comuni, perché, come noto, la frazione di Pianello Vallesina si estende su tutti e due i territori. In base a stime statistiche, si è calcolato che all’incirca un sesto dei bambini di Pianello Vallesina fanno capo al territorio di Castelbellino, da qui la decisione di entrare nella proprietà della scuola per la quota parte di un sesto.

"Fino a pochi anni fa –ha commentato il Sindaco di Castelbellino Demetrio Papadopoulos- un progetto condiviso tra i due Comuni sarebbe stato impensabile. Ancora mi ricordo di un vecchio articolo di giornale in cui si paragonava Pianello a Berlino: l’esempio calzava perché allora la strada divideva in due la frazione e non certo la popolazione, che è sempre stata unita. . Noi pensiamo che le strade siano fatte per unire e mi fa molto piacere che l’attuale Amministrazione di Monte Roberto la pensi esattamente come noi".

E’ proprio il Sindaco di Monte Roberto Renzo Zuccaro a confermare le parole di Papadopoulos. "Un’Amministrazione ha come scopo la soluzione dei problemi della comunità. In questo caso abbiamo pensato ai genitori che lavorano e soprattutto ai bambini di Pianello che nascono insieme, crescono insieme e poi devono separarsi proprio quando vanno all’asilo, cioè nel momento più importante per l’aggregazione".

La fattiva collaborazione dei due Comuni già da tempo sta dando buoni frutti, basta pensare alle celebrazioni istituzionali e alle feste organizzate insieme o ai lavori di manutenzione delle strade eseguiti in compartecipazione. Ma un progetto impegnativo come quello di una scuola va al di là dei buoni rapporti di vicinato: l’investimento previsto ammonta a 1.303.000 Euro (pertanto la quota di Castelbellino ammonta a 226.000 Euro), una cifra che da sola fa capire la coesione che si è creata tra i due campanili.

Il plesso misurerà 1.230 mq e l’edificio ospiterà 6 sezioni. Nel progetto è prevista anche la predisposizione per l’istallazione di impianti solari ed è addirittura in esame la possibilità di alimentare il riscaldamento a biomasse, allacciandosi ad un altro interessante discorso che sta portando avanti il vicino Istituto Agrario Salvati. I lavori stanno andando avanti a buon ritmo. Il progetto definitivo è già pronto e ora che Castelbellino ha approvato il suo impegno, anche Monte Roberto darà il suo ok. Secondo le previsioni, la gara d’appalto potrebbe essere fatta entro la fine dell’estate ed entro dicembre potrebbero iniziare i lavori.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 giugno 2007 - 2196 letture

In questo articolo si parla di





logoEV