Belcecchi ricorda Maria Cervi

30/11/-0001 -
Il primo pensiero che ho voluto rivolgere ai tanti cittadini ieri sera, in occasione della festa per vittoria elettorale in piazza della Repubblica, è stato per Maria Cervi.

da Fabiano Belcecchi
Sindaco di Jesi


E’ a lei che idealmente dedico questa importante riconferma alla guida della città.

Nella notte di domenica 10 giugno è improvvisamente venuta a mancare Maria Cervi, figlia di Antenore Cervi. L’Amministrazione comunale e la città di Jesi partecipano al dolore che ha colpito la famiglia, gli amici dell’Istituto “A. Cervi” di cui il Comune è socio, e le Istituzioni del territorio reggiano. Jesi perde una persona molto cara, un’amica che in questi anni ha partecipato e contribuito alla vita culturale e sociale della città.

Maria Cervi è stata a Jesi più volte, con le scuole, con la compagnia del Teatro Pirata, con cui seguiva un’importante progetto per l’Istituto Comprensivo Jesi Centro e con diversi Istituti superiori, in occasione della consegna della costituzione ai neo diciottenni il 2 giugno del 2006, allo scorso 10 marzo quando presso il Museo Cervi accolse una rappresentanza di tutte le scuole cittadine.

Maria Cervi è stata una delle testimoni più limpide dei valori dell’antifascismo e della Resistenza, per l’Amministrazione comunale è stato un privilegio poter offrire la sua straordinaria testimonianza a centinaia di giovani della nostra città.

In sua memoria ora ci sentiamo anche maggiormente impegnati nel proseguire la collaborazione con l’Istituto “A.Cervi”, insieme alle scuole cittadine e alla comunità intera. Il Comune di Jesi, con il Gonfalone, parteciperà domani alle 15 alle esequie presso il Museo Cervi, in cui l’orazione ufficiale sarà tenuta dal Sindaco di Roma Walter Veltroni.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 giugno 2007 - 1412 letture

In questo articolo si parla di