Patteggiamento della pena, i due magrebini tornano in libertà

30/11/-0001 -
Condannati e subito rimessi in libertà come prevede la legge. I due extreacomunitari che nei giorni scorsi avevano mandato all'ospedale due poliziotti hanno patteggiato la pena e dunque sono tornati in circolazione



Lassad Bechinz Ben Tajeb, 35 anni irregolare e il fratello Cherif giorni fa si trovavano a casa di quest'ultimo probabilmente per una festa. La musica alta fino alle 5 del mattino e il continuo chiasso proveninte dall'appartemento hanno indotto alcuni vicini ad allarmare le forze dell'ordine.

Chiamato il 113 la polizia è intervenuta immediatamente per cercare di ristabilire la tranquillità, ma qualcosa è andato storto. non appena i due poliziotti sono entrati nella casa del magrebino Lassad ha cercati di fuggire dalla finestra ma è stato fermato dai due agenti. a soccorrere il fratello è intervenuto Cherif il quale con pugni e calci a colpito ilpoliziotto.

Un agente ha riportato un trauma cranico e una distorsionecervicabile guaribile in 10 giorni, l'altro contusioni e ferite lacero contuse guaribili in 7 giorni.

Lunedì mattina il tribunale ha convalidato l'arresto e il patteggiamento della pena proposto dall'avvocato Daniele Cinti di Jesi, difensore d'ufficio.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 giugno 2007 - 1696 letture

In questo articolo si parla di