Massacesi: i tempi erano maturi per il cambiamento

30/11/-0001 -
Grassetti attacca, Massaccesi risponde. “Non è vero che i tempi non fossero maturi per il cambiamento. Lo erano, ma la classe dirigente del centrodestra, lui compreso, non ha avuto fiducia in se stessa”.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


L’ex capogruppo di An si dice pronto a rientrare in politica, svincolandosi dai partiti e torna sui recenti dati elettorali.
Credo che si dovrà riflettere a fondo e a lungo - dice Grassetti - per decidere una buona volta di cambiare i dirigenti e solo poi di sperare di modificare gli equilibri elettorali locali. Non lascerò comunque che i miei nove anni di forte impegno per la città, per altro non riconosciuto proprio dal centrodestra, possano dissolversi nell’oblio, e per questo cercherò, insieme a gente seria, di costruire un nuovo sogno”.

Il candidato sindaco Daniele Massaccesi non perde tempo a prendere carta e penna. “Avevo appena finito di dire “stop alle polemiche, alle analisi velenose, alle dietrologie, ecc.” e “iniziamo a lavorare nell’interesse della Città” che è arrivato l’ennesimo comunicato stampa di Antonio Grassetti, che in un recentissimo passato ha già avuto modo di definirsi un ex appartenente ad An”.

Massaccesi chiede calma, riflessione e concretezza al suo stesso partito che “agirà e ripartirà con una nuova squadra, con nuovo entusiasmo, senza personalismi, ricominciando un lungo percorso che, e si lavorerà per questo, non farà da sola”.

Buona fortuna al nuovo sogno – aggiunge l’avvocato jesino - di Grassetti, che assomiglia molto a quello pomposamente preannunciato da anni, ma mai realizzato: sembra di cogliere però un pizzico di rammarico, da parte del buon Grassetti, nel non aver approfittato dell’ultima situazione per “combattere” e sconfiggere – insieme – l’avversario comune – così dovrebbe essere! – Belcecchi (ed il centro sinistra troppo a sinistra che egli rappresenta) e nel non aver partecipato al successo, nonostante tutto e tutti (anche qualche corvo nero), a Jesi, di Alleanza Nazionale, che ora, e per la prima volta nella storia, è il secondo partito in città. Gioiamo almeno di questo, perché solo accuse ed addebiti di errori?”.

Nel frattempo sul fronte toto-assessori tutto fermo con il Pdci che a gran voce reclama due assessori e il sindaco Fabiano Belcecchi che oggi inizierà il giro di consultazioni con i partiti della sua coalizione.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 giugno 2007 - 1287 letture

In questo articolo si parla di