Massacesi: è iniziata la battaglia delle poltrone e delle rivendicazioni

30/11/-0001 -
Come in ogni inizio di legislatura il teatrino della politica non manca mai di mettere in scena la solita commedia, che ormai è diventata oltremodo stucchevole.

da Daniele Massacesi
Alleanza Nazionale - Circolo Aesis


Alleanza Nazionale spera che, una volta accontentato anche Sorana, già candidato alternativo (boh!) all’attuale Sindaco, e sistemato magari qualche ingombrante personaggio, finisca questo giochino delle poltrone e si incominci veramente a parlare dei problemi della città.
Emerge subito una mancanza ormai costante nella nostra città: gli Jesini, anche quest’anno, dovranno fare a meno di Jesi-Estate. Ovviamente le recenti consultazioni amministrative non possono aver condizionato l’attività amministrativa né possono essere utilizzate come giustificazione per la mancata attivazione del cartellone estivo di Jesi, in quanto Jesi-estate è un manifestazione che si programma, o si dovrebbe programmare, per tempo e non certamente a ridosso della stagione estiva.

Il fatto che anche quest’anno non ci saranno iniziative di alcun genere, così sembra, né culturali né di altro tipo, è il frutto di una totale mancanza di programmazione, e stupisce che in campagna elettorale il Sindaco abbia parlato anche di rilancio culturale della città: se il buongiorno si vede dal mattino…

Sembra poi che l’asfaltatura delle strade, iniziata durante la campagna elettorale, sia già finita: forse dovremo inventarci nuove elezioni per vedere garantita una costante e corretta manutenzione delle strade così da eliminare una volta per sempre l’annoso problema delle tante buche presenti.

Zipa Verde, il contratto di quartiere, la riqualificazione del corso Matteotti, tutte queste iniziative con cui il Sindaco si è “pavoneggiato” in campagna elettorale corrono il rischio di restare lettera morta, ed i cittadini di non aver neanche modo di assistere alla realizzazione di questi progetti, la cui redazione, peraltro, e salvo errori, dovrebbe aver ulteriormente impoverito le già misere casse comunali.

Nella speranza che la giostra delle poltrone possa avere una fine dignitosa, Alleanza Nazionale auspica una nuova stagione politica, magari all’insegna del rinnovamento in qualche delega assessorile, e perché no con qualche apertura alla società civile, al di là dei “sogni” che non si realizzeranno mai, e chiede al Sindaco una sferzata d’orgoglio, un piccolo impegno a decisioni autonome, ed al rinnovamento della classe politica che dovrà guidare la nostra città nei prossimi cinque anni, scrollandosi di dosso le mani soffocanti di partiti, partitini e “rassemblement prèt a porter”.

Insomma, quel coraggio che finora non ha avuto e la cui mancanza molti gli rimproverano, unito alla volontà di procedere finalmente a quei controlli in certi quartieri ed in certi negozi che non sono più differibili, per garantire legalità, sicurezza e vivibilità.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 giugno 2007 - 1112 letture

In questo articolo si parla di





logoEV