La Giunta è fatta, Rifondazione resta alla porta

2' di lettura 30/11/-0001 -
Fabiano Belcecchi ha annunciato la squadra di assessori, tenendo per lui la contesa delega alla Cultura. Fabiano Belcecchi

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


Nessuna schiarita tra il sindaco e Rc. I comunisti chiedevano Alberto Sgalla, il sindaco, dopo aver rinunciato a dare l'incarico ad un esterno di fiducia, aveva accordato l'incarico ma non il nome. Da qui il muro contro muro che ha portato, ieri pomeriggio, alla presentazione della nuova Giunta jesina con solo sei assessori.

"Il nostro impegno, mio e delle forze di maggioranza – ha detto Belcecchi – sarà quello di ricucire la rottura, legata ad una forte quanto incomprensibile rigidità nella proposta che non mi ha permesso di trovare la giusta sintesi. Terrò per me la delega alla Cultura finché non sarà individuata una figura di gradimento per entrambi".

Insomma, Rifondazione, dopo aver partecipato al primo Belcecchi, si ritrova fuori dall'esecutivo cittadino. Dopo il consiglio comunale di oggi, è prevista la prima riunione di Giunta per lunedì. Poi due settimane di ferie e subito al lavoro per ricucire lo strappo.

Un ingresso che "non è stato possibile adesso – aggiunge il sindaco – ma che speriamo lo sia nei prossimi mesi. Non c'è stata volontà di escludere: pensavo ad un margine di trattativa che invece non c'è stato. Erano state prospettate anche altre deleghe per Rifondazione, invece niente".

Dunque ecco i nuovi assessori del Belcecchi bis: al Pdci vanno Lavori Pubblici e vicesindaco con Stefano Tonelli, ai Ds Politiche Sociali con Bruna Aguzzi e Urbanistica con Simona Romagnoli, alla Margherita Sviluppo Economico con Daniele Olivi. A Vincenzo Sorana va la delega al Bilancio. Gilberto Maiolatesi dei Verdi sarà il nuovo assessore all'Ambiente. La presidenza del consiglio comunale, vista la nomina ad assessore della Aguzzi, va a Paolo Cingolani.

"Nella scelta si è volute tenere insieme equilibrio a livello di rappresentatività, sommando valori e pesi delle deleghe alla capacità delle persone – conclude Belcecchi – abbiamo inoltre tenuto conto dell'andamento della campagna elettorale dando un segnale di equilibrio tra rinnovamento e continuità".






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 giugno 2007 - 1363 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

02 luglio, 18:06
Chissà se avranno informato l'on.Giordano di quello che è successo a Jesi. Chissà se l'on. Giordano di Belcecchi e dei Ds di Jesi penserà davvero quello che ha detto quando è venuto a Jesi a chiudere la campagna elettorale......<br />
<br />
--un cittadino




logoEV