L’Ulivo fa il pieno nella Circoscrizione Est

30/11/-0001 -
L’Ulivo piazza Giuseppe Di Lucchio, presidente confermato, e Nicola Piattella vice. Nell’assemblea di ieri Di Lucchio è stato riconfermato con 8 voti ma nel mondo politico jesino non si placano le polemiche dopo l’elezione di Alessandro Viventi alla presidenza della II Circoscrizione.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


E’ soprattutto An ad attaccare a testa bassa Forza Italia. L’argomento? Sempre l’asse tra i forzisti e l’Ulivo che ha portato alle vicepresidenze prima Maria Celeste Pennoni in consiglio comunale e, lunedì sera, Maria Cecilia Rocchini alla Circoscrizione Ovest. E il consigliere di An, Simone Zenobi minaccia ricorso al Tar e dimissioni dall’assemblea di San Giuseppe.

“Durante l’elezione del presidente – accusa Zenobi - ci sono state delle grandissime irregolarità. Oggi stesso farò istanza al TAR al fine di chiedere l’annullamento delle elezioni di Viventi dato che non è stato rispettato il regolamento in varie sue parti. Annuncio già le mie dimissioni da consigliere di circoscrizione nel caso in cui il TAR non dovesse accogliere la mia istanza. Valuto altresì comunque di rassegnare le mie dimissioni in segno di protesta contro questo schifoso inciucio tra Fi e Ulivo”.

E così, dopo le divisioni in campagna elettorale sulla scelta del candidato, si allarga la ferita tra i due partiti della CdL. “Fi qui a Jesi – prosegue Zenobi - è divenuto oramai un partito senza valori, senza idee, senza principi, dove le scelte politiche sono dettate da un ristretto cerchio di persone che fanno esclusivamente gli interessi privati. Queste persone sono capaci di tutto pur di raggiungere le loro ambizioni private”.

Dello stessa avviso anche Daniele Massaccesi che ironizza sia con Fi (“per il gran numero di vice-presidenze che sta ottenendo, magari a sprezzo di coerenza e lealtà politica, e nel silenzio tenuto con An, ma con uno spirito “pratico” che in vero sconcerta”), sia con l’Ulivo (“che, in pochi giorni, ha dimenticato la coerenza e la correttezza di An e, in cambio di poco, ha svenduto la propria dignità per un accordo con il “mortale” nemico Forza Italia – o meglio, mortale solo se veniva accostato alla lista Melappioni, ora, evidentemente, quel senso di rifiuto è già passato”).

Il capogruppo di An in consiglio comunale precisa anche, in merito alle dichiarazioni di Vincenzo Zagaglia (Dc) che “quanto parla di strategia politica comune di Giunta e Casa delle Libertà, per favore stia molto attento, perchè deve distinguere: un conto è An – per fortuna fuori da questi accordi e sempre coerente –, un conto è, a Jesi, Forza Italia, la cui regia sta procedendo in modo convulso, goliardico e non accettabile, dando vita a spettacoli non degni nè di pubblico nè di applausi”.
Oggi intanto si riunisce la I Circoscrizione dove, anche in virtù dell’appoggio di Rifondazione Comunista, non dovrebbe avere problemi di riconferma Roberto Vecci.

Questi i consiglieri eletti nella terza circoscrizione

Comunisti Italiani
Marco Baccani

Forza Italia
Tiziana Cozzoli Poli
Moreno Naspi

Ulivo
Giuseppe Di Lucchio
Nicola Piattella
Roberto Stronati
Laura Veroli
Livio Grilli

Jesi è Jesi
Michele Caimmi
Leonardo Melappioni

Alleanza Nazionale
Bruno Brunori

Rifondazione Comunista
Giustino Natalini

Intanto il prossimo consiglio comunale è stato fissato per venerdì 27. All’ordine del giorno l’approvazione del rendiconto 2006 e le nomine per le commissioni consiliari.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 luglio 2007 - 1519 letture

In questo articolo si parla di