L'opposizione: stop ai lavori in viale Trieste!

30/11/-0001 -
Proseguono i lavori nel quartiere Prato e con essi i tanti problemi creati in fatto di agibilità e di sicurezza. Via Ricci, Via XXIV Maggio, via Gallodoro ed ora Viale Trieste, sono solo alcune delle vie colpite da queste problematiche.

da Matteo Marasca
Capogruppo Consiliare Movimento Democratico
e da Simone Grattini
Consigliere Circoscrizionale Jesi Centro



L’inizio dei lavori lungo Viale Trieste, è stata la classica goccia che a fatto traboccare il vaso, per gli abitanti e per i commercianti del quartiere. Da circa due mesi, i lavori lungo Via XXIV Maggio, stanno recando danni alle attività commerciali e agli abitanti che si affacciano lungo questa strada.

Danni che dipendono da una pianificazione errata dell’esecuzione dei lavori e soprattutto dal progetto di per se non pratico e sostanzialmente oneroso da un punto di vista economico. Con lo stesse condizioni, sono partiti i lavori lungo Viale Trieste. Lavori che hanno dato lo spunto ai cittadini e commercianti di scendere per la strada e incontrare tutti i diretti interessati.

La costruzione della nuova rotatoria lungo il Viale che porta alla stazione, comporterà un restringimento della sede stradale e con essa un abbattimento di ben due tigli, che da circa 60 anni sono parte del viale stesso. L’allargamento dell’area sottostante agli alberi, comporterà la totale scomparsa dei parcheggi nella carreggiata centrale, con equivalenti disagi per quelle attività che vivevano della fermate brevi degli automobilisti (bar, sali tabacchi, giornalaio, ecc…). Per non parlare poi delle realizzazioni dei nuovi punti verdi,”fiore all’occhiello” di questo progetto.

Tutti si domandano con quali criteri vengono fatti i progetti e soprattutto con quali criteri vengano approvati ed eseguiti. La critica, peraltro costruttiva, da parte del quartiere, nella realizzazione dei lavori, deve far riflettere sullo stato di avanzamento del progetto, se non altro per cercare di limitare i danni fino a qui provocati. Chiediamo dunque di bloccare i lavori in Viale Trieste e chiediamo quanto prima una nuova pianificazione dei lavori concordata con i residenti e con i commercianti della zona.

Chiediamo ciò in virtù di quanto affermavamo in campagna elettorale: vogliamo la partecipazione dei cittadini nelle scelte amministrative che li riguardano e ci batteremo per questo fino in fondo in Consiglio Comunale e nelle Circoscrizioni.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 luglio 2007 - 1001 letture

In questo articolo si parla di