Cani di razza sequestrati in un canile abusivo

30/11/-0001 -
Due canili abusivi sgominati tra Jesi e Santa Maria Nuova, sequestrati cani di razza. Si indaga anche sui risvolti economici e commerciali degli animali.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


A Jesi, in un casolare di via Latini, il pensionato che gestiva la struttura abusiva teneva i cani all’interno di gabbie ricavate dalla stalla e dalle porcilaie: circa la metà dello spazio per le povere bestie rispetto a quella prevista per legge.

E così 10 cani da caccia di razza sono stati sequestrati, mentre su altri 18, tenuti in gabbie esterne e a norma con gli spazi, sono in corso indagini per risalire alla loro provenienza. L’indagine è partita dall’anagrafe canina: il pensionato, che è stato denunciato per maltrattamenti e rischia anche una denuncia per abuso edilizio sui box, risultava possessore di 15 cani vivi ed aveva nel tempo denunciato la morte di altri 28 animali.

Pastori tedeschi, pointer e setter che probabilmente, a questo pensano gli inquirenti, venivano venduti in nero e denunciati come deceduti o fuggiti. Anche a Santa Maria Nuova, box troppo stretti: la Polizia Municipale ha provveduto a sequestrare gli animali stipati nelle anguste gabbie.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 agosto 2007 - 2377 letture

In questo articolo si parla di