Maiolati: Carla Fracci ha inaugurato la mostra “Da Parigi a Milano

3' di lettura 30/11/-0001 -
Nella mostra “Da Parigi a Milano: l’avventura de La Vestale”allestita dalla Fondazione Pergolesi Spontini al Museo Archivio “G. Spontini” a Maiolati Spontini (An) per i duecento anni della prima rappresentazione de La Vestale di Gaspare Spontini (il debutto fu a Parigi il 15 dicembre 1807), ci sarà anche una spendida immmagine di Maria Callas, regina indiscussa della lirica appellata di volta in volta come Diva, Divina, Dea

da Fondazione Pergolesi Spontini
www.fondazionepergolesispontini.com


Fu infatti la Callas nel ruolo di Giulia, diretta da Antonino Votto e dal regista Luchino Visconti, a rilanciare il mito di Vestale su un palcoscenico operistico in un memorabile allestimento al Teatro alla Scala di Milano del 1954. Apprezzata per la grande estensione di voce e il senso drammatico, la Callas era affiancata da un cast d’eccezione, su tutti l’anconetano Franco Corelli nel ruolo di Licinio.

Realizzata con il patrocinio del Teatro alla Scala di Milano, la mostra, sarà visitabile dal 6 al 23 settembre, tutti i giorni dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 20; l’inaugurazione si terrà giovedì 6 settembre alle ore 11.30.

L’esposizione, a cura di Anelide Nascimbene e Vincenzo De Vivo e l’allestimento di Benito Leonori, documenta dunque la nascita e la fortuna dell’opera, illustrandone le messe in scena dalla Prima parigina a quelle dei più prestigiosi Teatri italiani. Oltre alle foto di scena de La Vestale del 1954 con la Callas e Franco Corelli, saranno esposti i costumi di Gabriella Pescucci, indossati da Carla Fracci ne La Vestale diretta da Riccardo Muti nel 1993, per rivivere l’emozione e la magia dei due celebri allestimenti scaligeri. Tra i numerosi documenti d’archivio ed i materiali esposti, si segnalano in particolare una partitura manoscritta del 1819, proveniente dalla Biblioteca del Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, con annotazioni di Gioachino Rossini, all’epoca Direttore Artistico e Musicale dei Teatri Napoletani, così come i bozzetti di Felice Casorati per i costumi e le attrezzerie dell’allestimento de La Vestale per il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino del 1933.

Ad impreziosire ulteriormente l’evento, sabato 15 settembre, alla Sala del Consiglio Comunale di Maiolati Spontini (ore 9.30 - 18.30 circa) si terrà la prima sessione del Convegno internazionale di studi (la seconda sarà ospitata a Parigi), in collaborazione con l’Université La Sorbonne-Paris IV - Observatoire Musical Français, l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi e la Freie Universität Berlin, sul tema “Gaspare Spontini e La Vestale. Dal mito romano alla Grandeur Impériale” (coordinatore Jürgen Maehder della Freie Universität Berlin); titolo della prima sessione “Gaspare Spontini e La Vestale: il successo di un’opera assurta a simbolo della grandeur impériale”; il convegno sarà occasione per presentare il rinnovato Comitato Scientifico Spontiniano della Fondazione Pergolesi Spontini. Dopo l’apertura dei lavori e l’introduzione di Vincenzo De Vivo per la Fondazione Pergolesi Spontini e Jürgen Maehder della Freie Universität Berlin, seguiranno gli interventi di Jürgen Maehder (Freie Universität Berlin), Thomas Betzwieser (Bayreuth Universität), David Charlton (London University), Sieghart Döhring (Universität Bayreuth), Francesco Orlando (Università di Pisa), Emilio Sala (Università di Milano), Danièle Pistone (Université la Sorbonne ParisIV-Observatoire Musical Français), Federico Agostinelli (Conservatorio di Parma), Cesare Questa (Socio Nazionale dell'Accademia dei Lincei: Urbino), Michael Wittmann (Freie Universität Berlin), Mara Lacchè (Université la Sorbonne ParisIV-Observatoire Musical Français) e Claudio Toscani (Università di Milano).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 settembre 2007 - 1183 letture

In questo articolo si parla di