Commercio equo e solidale: un alternativa al commercio convenzionale

30/11/-0001 -
Il commercio equo e solidale è un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove giustizia sociale ed economica, sviluppo sostenibile, rispetto per le persone e per l’ambiente, attraverso il commercio con alcuni produttori del Sud del Mondo o di Paesi economicamente meno sviluppati.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Un commercio che si basa su una relazione paritaria tra i soggetti coinvolti, pagando un prezzo migliore ed assicurando continuità nelle relazioni commerciali, e creando consapevolezza dei consumatori affinché possano esercitare il proprio potere di acquisto in maniera positiva.

Nelle Marche opera la cooperativa sociale Mondo Solidale, che tramite le 14 “botteghe del mondo” sparse nelle principali città marchigiane, attua il commercio equo e solidale. Uno dei progetti che la stessa ha messo in piedi vede l’importazione di caffè da una paese del Guatemala, e la sua commercializzazione in Italia. El Bosque è un piccolo villaggio situato in una vasta zona boschiva a 1500 metri di altitudine, nel municipio di Santa Cruz Naranjo, a sud di Città del Guatemala ed è abitato da un ristretto numero di famiglie che vive coltivando piccoli appezzamenti di terreno solitamente inferiori ad un ettaro.

E’ un rapporto diretto, concreto, che consente di identificare i “volti” delle persone a cui questa attività di commercio equo e solidale rende un beneficio. Uno di questo “volti” sarà possibile incontrarlo direttamente venerdì 14 settembre a Chiaravalle nella Sala parrocchiale dell'Abbazia alle ore 21,00 e sabato 15 settembre a Jesi alla Salara del Palazzo della Signoria alle ore 18,00, in quanto Enrique Garcia (Presidente della cooperativa che si è costituita in questo paese guatemalteco per gestire la vendita del caffè) ha accettato di passare in Italia alcuni giorni per incontrare le persone che garantiscono un reddito più sicuro che in passato alla loro piccola comunità. Sarà quindi una occasione importante per incontrare un volto a cui è indirizzato l’obiettivo del commercio equo, per fargli delle domande e conoscere meglio le aspettative e le condizioni di vita di coloro che, possiamo dirlo, dipendono anche dal nostro lavoro e dalla nostra consapevolezza.

Nell'appuntamento di Jesi il Comune insieme alla Bottega del Mondo Solidale e alla Ong Cestas, riunite nella Consulta per la Pace, hanno organizzato l'incontro intitolandolo “Esperienze di sviluppo in Centro America”, in quanto non sarà presente solo Enrique, ma anche 5 donne del Colectivo de Mujeres de Matagalpa, provenienti dal Nicaragua in occasione del Tour europeo “Globalizziamo la Solidarietà”. Gli ospiti racconteranno le proprie esperienze di vita quotidiana, di impegno e solidarietà come anche occasione di conoscenza reciproca. L'incontro proseguirà, sempre alla Salara, con lo spettacolo teatrale “Camino a Laguna Seca” interpretato dalle donne del Colectivo sul tema dell'acqua, e a seguire una piacevole serata con degustazione di specialità guatemalteche/nicaraguensi, musica ed allegria al circolo La Tartaruga Magica insieme agli ospiti e a chi vorrà partecipare.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 settembre 2007 - 2641 letture

In questo articolo si parla di