Belcecchi e Rifondazione, il giorno dopo

30/11/-0001 -
Proposta politicamente debole”. “Una scatola vuota priva di risorse finanziarie”.
Così è stata definita da Rifondazione Comunista la proposta del sindaco Fabiano Belcecchi di una delega alle Politiche Giovanili per ricompattare la maggioranza uscita vincente alle ultime elezioni. Parole forti che hanno accompagnato la risposta negativa.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


E' stato un lungo direttivo quello di giovedì dove il circolo Karl Marx ha analizzato a fondo il documento presentato dal primo cittadino. E il responso è stato negativo anche sull’eventualità di allargare la giunta ad otto assessori.
Sarebbe – scrivono Achille Bucci e compagni - di difficile lettura tra i cittadini (tradotto vuol dire voglia di occupazione di posti a prescindere dai contenuti). La nostra entrata doveva rappresentare il completamento della squadra. Questo nodo il primo cittadino non lo ha sciolto”.

Alla riunione ha partecipato anche Ruggero Cinti, segretario provinciale del partito. Il direttivo ha votato all’unanimità ritenendo le Politiche Giovanili un buon assessorato solo sel legato alla Cultura. Dubbi anche sul mai chiarito veto su Alberto Sgalla. Tanti dissapori che hanno portato Rc ha ipotizzare problemi politici del sindaco col Partito Democratico e con il Pdci che, prosegue la nota “non vogliono Rifondazione con il ruolo di assessorato alla Cultura”.

Per il momento il circolo rimarrà di appoggio esterno ma con il programma di mandato che la giunta porterà al voto in consiglio comunale a novembre, Rifondazione potrebbe decidere di lasciare definitivamente la coalizione.
Verificheremo – prosegue la nota - se sussistono ancora le condizioni politico-programmatiche per considerarci appartenenti ad una coalizione. Ad oggi vi garantiamo che per noi inizia una nuova fase in cui il nostro agire in mezzo alla gente da diverrà ancora più pressante”.

Belcecchi ad ogni modo ha fatto sapere che la trattativa va avanti. “Una forza importantissima per la maggioranza. Auspicavo un esito diverso per il confronto avviato. Spero ancora di recuperarli ma questo percorso non può andare tanto per le lunghe”.
Anche perché a novembre c’è l’appuntamento con il programma di mandato.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 settembre 2007 - 1009 letture

In questo articolo si parla di