Serra de’ Conti: ultima tappa della mostra fotografica Archeologia Industriale

30/11/-0001 -
E’ Serra de’ Conti, nel Chiostro di San Francesco con inaugurazione alle ore 18 di sabato 22 settembre, ad ospitare l’ultima tappa della mostra fotografica “Archeologia Industriale delle Marche” promossa dall’Associazione Sistema Museale della Provincia di Ancona e curata dall’architetto Paolo Brugè e dal professor Francesco Chiapparino.

da Associazione Sistema Museale


La scelta di rendere la mostra itinerante fra Maiolati Spontini, Jesi e Serra de’ Conti riflette il secolare dinamismo dell’industria e dell’artigianato nello Jesino e nel Fabrianese, aree con la più massiccia presenza di opifici e di edifici produttivi storici delle Marche: fornaci per la produzione di laterizi, cartiere, miniere di zolfo, lanifici, centraline elettriche e di trasporto.

La rassegna fornisce una panoramica recente del patrimonio industriale regionale, evidenziandone la varietà e la ricchezza, ma anche, in alcuni casi, il precario stato di conservazione. Il nucleo principale della campagna fotografica sull’archeologia industriale nelle Marche è stato qui integrato con fotografie delle recenti ristrutturazioni nell’area di Jesi, come la fornace di Moie, la cartiera Ripanti e il lanificio Carotti.

Promossa in collaborazione con la Regione Marche, la Provincia di Ancona, il CIS Srl e con i Comuni di Maiolati Spontini, Jesi e Serra de’ Conti, la mostra prevede, per venerdì 28 settembre, anche un incontro di approfondimento con il prof. Francesco Chiapparino su “Archeologia industriale e fornaci nelle Marche” e su: “Conoscere e valorizzare il patrimonio dell’archeologia industriale” a cura delle dott.sse Noemi Lancioni e Ramona Quattrini.

Sempre sabato 22 settembre, a Falconara Marittima, il Sistema Museale propone la visita guidata itinerante a Rocca Priora, dove confluiscono lala storia, l’arte, la natura e i sapori della foce dell’Esino. Per le ore 17,30 è previsto il ritrovo alla Rocca per visitare l’esterno della struttura architettonica, i giardini, la cappella settecentesca, la stanza dell’orologio nella torre panoramica e i camminamenti sulle mura merlate.

Seguirà una passeggiata sulla sponda sinistra del fiume Esino, lungo la pista ciclabile del Parco del Cormorano, per poi raggiungere l’azienda agricola Tenuta La Rocca, per una degustazione di prodotti locali genuini.

Informazioni e prenotazioni: numero verde 800 439392.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 settembre 2007 - 1329 letture

In questo articolo si parla di