Belcecchi agli industriali: presto un progetto di sviluppo per la città

30/11/-0001 -
Ho bene in mente gli impegni presi con industriali e sindacati che per primi, molto opportunamente, mi avevano sottoposto l’idea di creare una “cabina di regia” per un progetto di sviluppo partecipato della città.

da Fabriano Belcecchi
sindaco di Jesi


Si tratta di una iniziativa indubbiamente valida che ho ritenuto importante condividere anche con le altre forze sociali e produttive di Jesi. Proprio per questo, dopo aver avviato un’ampia campagna di consultazioni con i soggetti protagonisti del territorio, mi ero premunito di chiedere per tempo alle varie associazioni di categoria e organizzazioni sindacali i nominativi che proponevano per comporre questa “cabina di regia” affinché potesse cominciare a marciare con le proprie gambe. Alcuni di tali nominativi, in realtà, sono giunti sul mio tavolo con molto ritardo rispetto a quanto previsto.

Ma non è certo questo il punto di uno slittamento dei tempi. Viceversa, allo stato dei fatti, credo che questa “cabina di regia” possa meglio funzionare una volta che l’Amministrazione comunale avrà un assetto istituzionale definito del proprio esecutivo di governo (si sta completando in questi giorni) e soprattutto un programma di mandato condiviso con le forze della coalizione che sostengono la Giunta (è in fase di ultimazione e di prossima approvazione in Consiglio comunale).

Una volta fissati questi punti, la “cabina di regia” potrà avere immediato avvio ed operare, in quella necessaria sinergia concordata con l’Amministrazione comunale, al fine di offrire stimoli e suggerimenti utili per costruire politiche di sviluppo economico e produttivo, sociale ed occupazionale. Come Sindaco ho tutto l’interesse a che tale idea vada a buon fine, perché sono assolutamente persuaso di come una partecipazione diffusa e il pieno coinvolgimento di soggetti che vogliono offrire il proprio contributo di idee e proposte rappresentino una straordinaria ricchezza per le istituzioni e per gli amministratori comunali.

Tra l’altro con questi stessi soggetti è mia intenzione avviare anche una riflessione sul programma di mandato che, come detto, stiamo elaborando, affinché le sue linee guida possano essere arricchite di ulteriori spunti nell’obiettivo di una crescita armonica della città sotto tutti i punti di vista.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 settembre 2007 - 824 letture

In questo articolo si parla di