Chiaravalle: tanta gente ai funerali di Assunta Focanti

30/11/-0001 -
Il giorno del silenzio e del ricordo è arrivato ieri mattina nella chiesa di Santa Maria in Castagnola con il feretro di Assunta Focanti, la chiaravallese di 57 anni deceduta domenica scorsa a seguito del tragico incidente stradale in zona Baraccola in Ancona.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


Un silenzio che infine è stato rotto dallo scrosciare degli applausi che hanno accompagnato i commossi contributi di chi la conosceva ed è voluto salire sul pulpito della chiesa gremita di gente per darle un ultimo saluto.

“Non è facile parlare ora Assunta è mancata nove mesi ed io ho sempre pensato di chiamarla, di telefonarle. Il tempo passava e non l’ho mai fatto e questo sarà un rammarico che avrò per sempre”. Queste le parole di una collega della casa albergo La Ginestra. Nella piazza antistante l’abbazia, ad attendere l’arrivo del feretro già dalle 9, sotto un sole tiepido, tantissima gente. Come se Chiaravalle per un’ora si fosse fermata per ricordare il sorriso della sua concittadina.

In prima fila le figlie Sonia, Sabrina, Silvia e Sofia, tutte e quattro per mano insieme al compagno di Assunta, Massimo Morbidoni, anche lui in auto quella tragica domenica e rimasto illeso. “C’è grande tristezza nel cuore di tutti noi – ha detto don Giancarlo Giuliani durante l’omelia – un senso di smarrimento ed istintivamente si possono cercare i ma e i se. La verità è che la vita è fragile ma nel cuore rimane molto. Non tutto si perde. Rimane l’essenziale, l’impalpabile. Assunta è riuscita ad intrecciare relazioni sincere con tutti voi ed è per questo che siete tanto numerosi oggi”.

Tra la gente anche tanti familiari degli anziani ospiti della Ginestra che avevano conosciuto la chiaravallese per quelle doti umane di dedizione e allegria verso il prossimo. “Alla Ginestra – ha detto un’altra collega – già sentiamo il vuoto della sua mancanza. Assunta era una fonte di energia, forza e tenacia che con il suo canto rallegrava tutti gli ospiti. Un esempio positivo e onesto”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 novembre 2007 - 1137 letture

In questo articolo si parla di