Sicurezza: Massaccesi, la sinistra rispolvera vecchi luoghi comuni

30/11/-0001 -
Lettera aperta di Daniele Massaccesi, presidente del circolo A. N., all’Assessore Maiolatesi.

da Daniele Massaccesi


La sinistra si limita a rispolverare vecchi luoghi comuni, incapace com’è di indicare o di dare delle soluzioni ad un problema grande e importante, forse più grande ed importante di quella stessa sinistra bla-blaista.

Nell’invitare tutti, anche i più giovani e stimati esponenti di sinistra – perchè tale rimane –, a leggere per intero l’O.D.G. proposto dalla C.d.L. prima di parlare, e ad analizzare le varie proposte concrete formulate, che possono piacere o no ma sono articolate e strutturate in maniera precisa, con una serie di “step”, anche per l’aspetto integrazione, e che solo chi non ha voglia di discutere sminuisce a tentativo di militarizzare i vigili, si auspica che la discussione valuti quanto di concreto si è proposto, con soluzioni locali ma che non sono certamente estranee al sistema democratico e che hanno l’unico scopo di tentare di garantire, nell’alveo della normativa nazionale, condizioni di sicurezza, necessarie anche per prevenire fatti criminosi od illegali, e che hanno il neo di essere condivise dalla gente normale (e se è populismo ben venga).

La C.d.L. non ha proposto di armare i vigili: ha fatto qualche cosa di diverso e di molto più articolato, se non ci si è accorti di ciò è perchè non si è letto tutto il documento (grave) o perchè non lo si è compreso (ancora più grave), o perchè, mistificando o ricorrendo ai soliti luoghi comuni, anche parolai, si tenta di non trovare soluzioni concrete, forse per l’incapacità di farlo.

E questa è una posizione della sinistra iesina non si sa se poco democratica ma certamente stupida. Per favore, si richiede ora un atto di onestà da parte della sinistra: che il dibattito non sia fuorviante e non si parli di armi, perchè il terreno su cui è aperta la “sfida” che ci impegna tutti, responsabilmente, è molto più articolato ed interessante, e non può ridursi alle solite polemiche, e per non dar modo di esserne coinvolti sull’argomento il Direttivo di A.N. tacerà fino al Consiglio Straordinario, dando spazio e voce ad altre componenti.

E all’Assessore a cui qualcuno ha lasciato ben poche deleghe ma una di particolare delicatezza un invito, quello di esaminare con onestà intellettuale un documento ed a ragionarci, senza stereotipi e senza preconcette posizioni. A proposito di armi, un codicillo, quasi sottovoce: in città più o meno grandi vicine o vicinissime a Jesi, e governate dalla sinistra, pare che i Vigili abbiano in dotazione le armi!





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 novembre 2007 - 1066 letture

In questo articolo si parla di