Chiaravalle: PD e Sinistra Arcobaleno, accordo possibile

Chiaravalle 29/02/2008 - Una frattura insanabile quella tra il Pd e Sinistra Democratica? Non è detta l’ultima parola. Ed è lo stesso sindaco Daniela Montali, in corsa per il suo secondo mandato, ad auspicare un ricongiungimento tra i suoi e le altre forze della sinistra chiarvallese.

Una dichiarazione rilasciata al termine dell’infuocato consiglio comunale di mercoledì, finito con l’abbandono dell’aula da parte della maggioranza, che lascia spazio a nuovi scenari. “Mi dispiacerà se non si riuscirà a trovare un accordo perché penso che sia un’ottima soluzione – ha detto il sindaco – Purtroppo i tempi stretti e i nuovi scenari della politica non rendono facili i rapporti. Ci sono ancora margini? Voglio sperare di sì”.


Parole apprezzate dall’onorevole uscente Claudio Maderloni (Sa), fin qui corteggiatissimo per essere l’eventuale candidato delle sinistre se non si troverà accordo. “Credo che lei come sindaco abbia un grande peso da far scendere in campo – replica – Si deve ripristinare la Politica e non lasciare spazio ai veti. Certo è che l’atteggiamento del consiglio comunale non è stato bellissimo”.

Il Pd potrebbe andare anche da solo. A Chiaravalle si vota col turno unico: chi vince ha il premio di maggioranza. Ma su tutto grava l’incognita Sd: quanto sarà il suo peso in termini di voti? Se il centrosinistra e spezzato, il centrodestra non perde tempo. Ieri sera le forze del PdL si sono incontrate per definire i dettagli.


Il fronte è unito nel PdL: Alleanza Nazionale e Forza Italia rispettano le direttive nazionali. L’Udc chiaravallese è al 100% della corrente Giovanardi, quindi già nel PdL. Il gruppo consiliare si è unito proprio mercoledì. Nella lista unica anche esponenti de La Destra che correranno come indipendenti. Restano alcune questioni aperte. Per il candidato a sindaco il nome che si fa è quello dell’attuale consigliere comunale azzurro Leonardo Bianchelli.


An invece vorrebbe un esterno espressione della società civile e in grado di portare un valore aggiunto in termini di voti. Nome che ancora non è stato svelato e che se, in tempi stretti, non sarà trovato, spianerà la strada a Bianchelli. Due correnti di pensiero per quanto riguarda le liste, tra chi preferirebbe solo giovani senza ex consiglieri e chi invece vorrebbe presenze d’esperienza per condurre al meglio i lavori.






Questo è un articolo pubblicato il 29-02-2008 alle 01:01 sul giornale del 29 febbraio 2008 - 1882 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, politica, marco catalani, Daniela Montali