Giornata nazionale di sostegno dell\'Unitalsi

02/03/2008 - L\'Unitalsi, Unione Nazionale Italiana per il Trasporto degli Ammalati a Lourdes e nei santuari internazionali sarà presente con i suoi volontari in tremila piazze italiane, sabato 1 e domenica 2 marzo per la settima edizione della sua Giornata nazionale \"Per te un piccolo gesto, per loro un grande dono\".

Testimonial di quest\\\\\\\'anno è Fabrizio Frizzi. In ogni piazza sarà offerta una piantina di ulivo, simbolo di pace e di comunione fraterna. I volontari saranno presenti a Jesi davanti la sede in corso Matteotti, a Moie, a Castelbellino Stazione e Castelplanio all\\\\\\\'esterno delle chiese dopo la Santa Messa. Con l\\\\\\\'acquisto della piantina sempreverde di ulivo si può contribuire alle attività dell\\\\\\\'Unitalsi nazionale: i pellegrinaggi a Lourdes e negli altri santuari, la gestione delle case famiglia e delle residenze estive per disabili, del laboratorio dentistico a Betlemme per i bambini…


La sigla Unitalsi significa Unione nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e santuari Internazionali: l\\\\\\\'associazione, infatti, svolge un servizio con i disabili e i malati non solo nei pellegrinaggi ma anche con altre iniziative in sostegno di chi è più in difficoltà. Il servizio viene reso gratuitamente dai volontari che contribuiscono anche economicamente alle spese dei pellegrinaggi.




La storia dell\\\\\\\'Unitalsi inizia da un gesto folle del ventiquattrenne Giovanni Battista Tomassi che nel 1903 aveva deciso, durante il pellegrinaggio a Lourdes, di togliersi la vita, stanco delle sofferenze che una grave forma di artrite deformante gli procurava. Quel desiderio di morte, invece, si trasforma in una nuova gioia di vivere e nel desiderio di creare un\\\\\\\'organizzazione per il trasporto di altri ammalati presso il santuario di Lourdes. Da quella data ci separano cento anni di storia, cento anni di storie di volontari unitalsiani che si sono sforzati e si sforzano di condividere la loro quotidianità con gli altri, in particolare con chi è solo o si trova a vivere, per motivi diversi, una condizione di disabilità.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 marzo 2008 - 1437 letture

In questo articolo si parla di cultura, unitalsi