Interporto, Pesaresi: la logistica è il futuro dello sviluppo locale e nazionale

07/03/2008 - UIR, Unione Interporti Riuniti, associazione nazionale degli interporti italiani, è presente a Valencia in Spagna alla conferenza internazionale organizzata da Europlatforms, associazione europea degli interporti il cui è presidente è Gilberto Galloni, direttore generale dell\'Interporto di Bologna.

La conferenza è dedicata alle politiche di trasporto ambientalmente sostenibili dal titolo \"Co-modality: an intermodal key to sustain green logistics\" e vedrà la partecipazione attiva del suo vice presidente nazionale Roberto Pesaresi, presidente di Interporto Marche spa.


Pesaresi ha presieduto la riunione del comitato direttivo nazionale dell’UIR che propone all’attenzione delle forze politiche italiane impegnate nel confronto elettorale, l’importanza ed il ruolo che la logistica può sviluppare per l’Italia, evidenziando ancora la necessità di promuovere norme articolate con il sistema dei porti, delle ferrovie e dell’autotrasporto che consentano lo sviluppo di un concreto sistema di trasporto intermodale a tutto vantaggio del sistema produttivo italiano.


Il nostro Paese sta sempre più svolgendo un ruolo di primariato in ambito europeo che ci è riconosciuto anche attraverso l’attribuzione della presidenza dell’associazione europea ai nostri rappresentanti gestori di interporti” – ha detto Pesaresi.
Aderiscono ad UIR gli interporti di: Bari, Bologna, Catania, Cervignano, Civitavecchia, Frosinone, Jesi, Marcianise, Orte, Padova, Parma, Pescara, Prato, Rivalta Scrivia, Rovigo, Venezia, Verona.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 marzo 2008 - 1332 letture

In questo articolo si parla di economia, interporto, jesi





logoEV