Stop alle ricerche di Tarcisio

Tarcisio Ripesi 19/03/2008 - Si sono fermate domenica le ricerche di Tarciso Ripesi, il sagrestano scomparso martedì mattina, un\'operazione che ha coinvolto tutte le forze dell\'ordine senigalliesi senza purtroppo nessuna buona notizia. 

La denuncia della scomparsa del sessantacinquenne sagrestano è stata lanciata da don Giuseppe Bartera, parroco della chiesa del Portone. Il sacerdote, insospettito dalla inusuale assenza del suo sagrestano ne ha subito denunciato la scomparsa e immediatamente sono partite le ricerche dell\'uomo. Tarcisio infatti martedì mattina non si è presentato in chiesa come oramai faceva da anni e per tutto il giorno non si sono avute notizie di lui. Essendo un uomo solo e abituale la sua assenza non è passata inosservata. Tarciso infatti viveva da anni all\'opera pia Mastai Ferretti e ogni mattina, attorno alle sei, apriva ai fedeli la chiesa del Portone. Martedì mattina no.


La svolta nelle ricerche dell\'uomo è arrivata mercoledì quando la bici di Tarciso Ripesi è stata rinvenuta sulla punta del Molo. Subito Carabinieri, Pompieri e Guardia Costiera hanno concentrate le ricerche del sagrestano in mare, prima sul perimetro della costa e poi più allargo senza nessuna notizia. Le ricerche di Tarciso Ripesi sono state effettuate con tutti i mezzi a disposizione. I carabinieri hanno messo a disposizione il loro elicottero, la guardia costiera con la motovedetta ha perlustrato il mare dal Cesano a Falconara mentre i Vigili del Fuoco hanno messo a disposizione il gommone, un elicottero e tutta la squadra di sommozzatori che da venerdì a domenica hanno controllato palmo a palmo tutto il fondale marino senigalliese e non solo, ma di Tarciso nessuna traccia.


Le ipotesi di ritrovamento del corpo del sagrestano sono oramai remote. Le correnti di questi ultimi giorni hanno oramai trasportato l\'uomo allargo e per il ritrovamento bisognerà attendere che il mare restituisca il corpo.






Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 marzo 2008 - 4220 letture

In questo articolo si parla di cronaca, riccardo silvi, tarcisio ripesi


Se si continua a dire che la bicicletta è stata rinvenuta sulla punta del molo (come anche qualche giornale ha fatto), sembra che sia stata rinvenuta \"sul\" molo, e non due metri sott\'acqua incagliata nella melma, come in effetti è stata ritrovata.

beppo

ma perché molta gente si suicida nel molo qui a senigallia?