Filottrano: sulla nuova discarica fallisce la concertazione

marcello mariani 27/03/2008 - \"Avendo tentato una concertazione, anche con il sindaco di Filottrano, rispetto all\'individuazione di un sito di minimo impatto tra quelli compresi nello studio dell\'Università di Ancona, senza successo, appare evidente che, al momento, si debba attendere la decisione del Tar Marche. Attesa che anche da parte della Provincia è serena, in quanto non vi è preferenza di un sito rispetto a un altro\". Così l\'assessore all\'Ambiente della Provincia di Ancona Marcello Mariani, dopo le dichiarazioni del comitato di Filottrano.

\"Quello che non è così evidente ai cittadini - dice Mariani - è che tutti i momenti di concertazione con i Comuni del bacino 1 (sedici) non hanno portato risultati. Non si è trovata una soluzione condivisa. Né prima della conclusione dello studio, quando era solo stata verificata la semplice idoneità tecnica di ciascun sito senza formulare graduatorie, né tanto meno dopo. Sembrerebbe che il sindaco di Filottrano non abbia intenzione di prendere in esame la possibilità di individuare una soluzione alternativa di minore impatto, anche in relazione alle diminuite esigenze di volumetria legate all\'avvio della raccolta differenziata porta a porta\".



E a proposito di raccolta differenziata, Mariani ricorda che \"il Comune di Filottrano è attualmente al 21,59% (dati 2006), ma appoggia la causa dei termovalorizzatori non sapendo, o forse facendo finta di non sapere, che anche se fossero realizzati intercetterebbero una frazione minima dei rifiuti, il cosiddetto cdr o combustibile da rifiuto\". Risultato? \"I termovalorizzatori non sposterebbero di nulla la necessità di abbancamenti in discarica\". Quindi, conclude l\'assessore, \"l\'unica soluzione per risparmiare territorio e per un utilizzo solo residuale delle discariche è il passaggio convinto alla raccolta differenziata spinta\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 27 marzo 2008 - 1554 letture

In questo articolo si parla di rifiuti, provincia di ancona, marcello mariani, politica, ancona