Schiavoni: finalmente Rifondazione svela le sue reali intenzioni!

stefano schiavoni 2' di lettura 31/03/2008 - Con le ultime dichiarazioni date alla stampa e la richiesta di un ritorno al voto, appare finalmente chiaro l\'obiettivo di Rifondazione Comunista a Senigallia di destabilizzare l\'attuale maggioranza politica, il Sindaco e la sua Giunta.

Da tempo ci interrogavamo sulla vera motivazione di un conflitto messo in essere con toni e metodi che ora tutti possono giudicare. Dobbiamo assecondarci alla volontà disfattista ed alla cultura del \"governare contro\" che questo partito tenta di porre in essere a Senigallia negli ultimi anni? Possiamo accettare una delegittimazione del voto popolare, con dichiarazioni che non riconoscono la delega espressa ai consiglieri comunali eletti nelle due liste in appoggio al sindaco Angeloni e che ora l\'evoluzione della politica ha definito in un numero di quindici componenti del gruppo del Partito Democratico, i quali rappresentano legittimamente l\'espressione elettorale della nostra città? E ancora, vorremo chiedere ai nostri ex alleati il motivo di una costruzione condivisa del programma amministrativo e di una alleanza ben precedente al 2005, che ora ci vede amministrare insieme ai partiti dell\'attuale sinistra arcobaleno con l\'unica eccezione di Rifondazione C.?


La nostra risposta risulta ovvia: non accettiamo nessuna lezione e soprattutto ci sentiamo a pieno di rappresentare gli interessi di tutti i cittadini e delle categorie sociali, del lavoro ed economiche operanti a Senigallia, così intendiamo la nostra amministrazione e su questo piano vogliamo verificare ogni azione politica. Il resto rischia di essere solo gioco strumentale ben ai margini della cultura di governo. Certamente questo clima politico così coincidente con una importante campagna elettorale nazionale, volutamente costruito e posto in essere da un partito locale che a volte rischia di dimenticare il proprio riferimento storico, quel grande partito comunista italiano di matrice popolare, ci induce a pensare pessimisticamente ad un comune futuro percorso politico-amministrativo. Voglio anche io ricordare, come ha fatto il Sindaco Luana Angeloni , la posizione critica sulla variante Veco e l\'astensione sul bilancio revisionale 2008 da parte di Rifondazione, come l\'atteggiamento di assoluta chiusura con un prevenuto giudizio negativo sulla variante arceviese che ha concluso il suo iter segnando un altra vicenda per noi politicamente grave: la presentazione di un documento di sfiducia nei confronti del Presidente Silvano Paradisi sempre da parte del gruppo di Rifondazione, credo che ciò sia sufficiente a comprendere come la volontà di unità e sintesi politica abbia sempre caratterizzato il lavoro del Partito Democratico, nonostante tutto.


Come più volte sostenuto in Consiglio, ritengo importante mantenere e sviluppare il confronto con Sinistra Arcobaleno, considerato l\'impegno amministrativo congiunto e consolidato con il gruppo dei Verdi in Consiglio e con l\'Assessore Ceresoni in Giunta. Sinistra Arcobaleno che con Verdi, Comunisti Italiani e Sinistra Democratica rappresenta il nostro alleato con il quale continuare la realizzazione del programma amministrativo per Senigallia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 31 marzo 2008 - 2890 letture

In questo articolo si parla di politica, stefano schiavoni, pd





logoEV