Massaccesi: il centro-destra preferisce una città normale e vivibile

daniele massaccesi 08/04/2008 - \"Il centro-sinistra preferisce spendere centinaia di migliaia di euro in consulenze ed ama progettare una “Jesi-città creativa”, una “Jesi-città della logististica”, un “Urban Territorial Center” ed altre amenità: il centro-destra avrebbe voluto un bilancio senza sprechi e con la previsione di incentivi per giovani e nuove iniziative d’impresa\".

La maggioranza di centro-sinistra del Comune di Jesi ha bocciato questa risoluzione proposta dal centro-destra, presentata in occasione dell’approvazione del bilancio di previsione 2008, con cui si impegnava il Sindaco e la Giunta Municipale per: l’istituzione, all’interno degli Uffici Comunali, di un servizio di controllo della spesa, per monitorare i vari risultati e con la previsione di una particolare modalità di rispetto dei canoni di legittimità e di opportunità in occasione dei mandati di pagamento o dei decreti di liquidazione, sottoponendo gli stessi ad apposito visto del funzionario o del Servizio a ciò delegato od incaricato;



l’effettuazione di una “due-diligence” dei conti, delle voci e dei dati di bilancio del Comune, per individuare sofferenze, passività e criticità, anche istituendo un gruppo di lavoro composto da dipendenti comunali o da giovani professionisti, assunti con contratto a progetto, ed esperite al riguardo le necessarie procedure, da debitamente pubblicizzare, attribuendo un mandato “ad hoc” di coordinamento al Dirigente del Servizio Finanziario, e che preveda obiettivi precisi da raggiungere, attraverso “steps” prefissati e con valenza annuale, quali il miglioramento dei risultati di bilancio e di riduzione del deficit pregresso, attraverso l’indicazione delle modalità più efficaci di intervento; la previsione di un controllo organico, mediante trasmissione bimestrale al Consiglio Comunale delle relative delibere, di tutti gli incarichi, le consulenze e le collaborazioni instaurate dal Comune di Jesi; l’assegnazione, così esattamente individuandoli, di mandato, ruolo, funzione e finalità alla “JESISERVIZI S.r.l.”;



l’istituzione o la previsione di regolamenti, nel settore dell’edilizia, per le procedure di richiesta e rilascio delle D.I.A., dei permessi di costruire e di tutti gli atti ad essi inerenti, ivi comprese le convenzioni attinenti e derivanti dalle opere da realizzare a scomputo degli oneri di urbanizzazione, e la previsione di rigidi criteri nella individuazione di opere a scomputo; la calendarizzazione di un programma di costante formazione del personale; la previsione di una riorganizzazione dei vari servizi, da esplicitare dal Direttore Generale con un piano e con un programma messi a disposizione del Consiglio Comunale entro 4 mesi, con una ridistribuzione degli incarichi e delle mansioni fra i vari Dirigenti ed il Segretario Comunale, individuando incentivi e premi-obiettivo debitamente parametrati; la previsione di premi-obiettivo per i dipendenti comunali da agganciare all’effettivo conseguimento di risultati prestabiliti, in virtù di programmi e di progetti pure da individuare preventivamente.



Il centro-sinistra preferisce evidentemente spendere centinaia di migliaia di euro in consulenze ed ama progettare una “Jesi-città creativa”, una “Jesi-città della logististica”, un “Urban Territorial Center” ed altre amenità: il centro-destra avrebbe voluto un bilancio senza sprechi e con la previsione di incentivi (e progetti) per giovani e nuove iniziative d’impresa.



Il centro-destra preferisce una città \"normale\" e vivibile, con i piccoli grandi problemi quotidiani risolti, con senso di responsabilità, senza dilapidare soldi pubblici e senza avventurarsi in progetti che, già lo si sa, non verranno mai realizzati. In campagna elettorale, il candidato-sindaco Sorana tuonava contro sprechi e consulenze: ottenuto un Assessorato (alle Finanze), lo stesso Sorana tace ed approva quello che, un anno fa, non voleva.


da Daniele Massaccesi
Alleanza Nazionale




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 aprile 2008 - 1182 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, alleanza nazionale, Daniele Massaccesi