Fabriano: 25 Aprile, il programma delle manifestazioni

fabriano 3' di lettura 19/04/2008 - Venerdi prossimo 25 aprile, con una serie di tradizionali appuntamenti promossi dal comune di Fabriano, sarà ricordato il 63° Anniversario della Liberazione.

L’Amministrazione comunale ha fatto affiggere un manifesto (vedi allegato) nel quale è scritto che “La vittoria di popolo sulla barbarie nazi-fascista e l’affermazione dei valori di democrazia e della libertà sono l’essenza dell’Anniversario della liberazione”.



Il programma prevede i seguenti appuntamenti: ore 8.00 Deposizione di corone d’alloro presso i cippi commemorativi di: Cancelli, Bivio Nebbiano, San Donato, Stazione FS di Albacina, Vallina ore 9.00 Commemorazione alla Loggia dei Caduti presso il Cimitero di Cortina S. Maria ore 9.30 S. Messa celebrata nella Chiesa di S. Filippo Neri (Corso della Repubblica) ore 10.15 Formazione del Corteo in Piazza del Comune e deposizione di corone di alloro ai Monumenti ai Caduti ed alla Resistenza (Giardini Pubblici) ore 11.00 Commemorazione della figura di Enrico Bocci –martire della libertà e medaglia d’oro della Resistenza - presso l’Oratorio della Carità ore 17.30 Piazza del Comune concerto dei gruppi giovanili fabrianesi per ricordare i Caduti ed i valori della resistenza ore 18.00 Presso la rotonda dei Giardini Pubblici concerto dei corpi bandistici Città di Fabriano e Città di Staffolo



Enrico Bocci, avvocato e partigiano, nasce a Fabriano il 28 giugno 1896 e viene ucciso, dopo essere stato a lungo seviziato, il 7 giugno 1944. Studia a Firenze e va volontario nella prima guerra mondiale dove contrae malattie (malaria e reumatismi) che lo debiliteranno per tutta la vita. Laureato in legge è tra i fondatori de L’Italia Libera con Carlo e Nello Rosselli che vennero uccisi dai fascisti in Francia dove erano esuli. Durante l’avanzata degli alleati Bocci organizza il servizio Radio CORA che fornisce informazioni sulla linea di difesa tedesca sull’appennino, sul traffico ferroviario, il passaggio e la dislocazione delle truppe. Individuato l’appartamento da cui partivano i segnali radio Bocci unitamente ad altri viene trasferito e torturato per giorni. Non parlerà mai. I suoi aguzzini non riveleranno mai il luogo della sepoltura.



Martedì 22 aprile l’ANPI e l’Amministrazione comunale ricorderanno Engles Profili, medaglia d’oro al merito civile alla memoria. Alle ore 18.00 è previsto il tradizionale pellegrinaggio al cippo che lo ricorda presso il cimitero di Cancelli. L’ANPI, inoltre, organizza al cinema Montini la proiezione del film “Il partigiano Johnny” tratto dall’omonimo romanzo di Beppe Fenoglio, proiezione rivolta agli studenti delle ultime classi delle scuole superiori. Il film sarà preceduto e seguito da una analisi critica e da una discussione a cui prenderanno parte il dott. Massimo Papini e dal dott.ssa Carla Marcellini.



Il sindaco Roberto Sorci e l’assessore alla publica istruzione Sonia Ruggeri, in vista del 25 aprile hanno inviato ai ragazzi delle classi terze delle scuole medie inferiori fabrianesi – in tutto 270 studenti – una lettera (vedi allegato) che accompagna la consegna del volume “Fabriano ricorda la liberazione e l’eccidio dei fratelli Latini”. Il volume è stato scritto da Terenzio Baldoni circa tre anni fa in occasione delle manifestazioni per ricordare, in particolare, l’eccidio dei fratelli Agapito e Torello Latini, uccisi per rappresaglia a Cesena.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 aprile 2008 - 1395 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, fabriano





logoEV