Il comune attacca il Coordinamento Civico sulla ex Gil

palazzo comunale senigallia comunedisenigallia 28/05/2008 - Indigna il comportamento arrogante e quasi intimidatorio tenuto questa mattina dai Consiglieri comunali di opposizione del Coordinamento delle Liste Civiche – Paradisi, Savini, Marcantoni e Corinaldesi – all’interno dell’Ufficio Tecnico del Comune.

Con un atteggiamento inquisitorio e sprezzante, lontano anni luce da quell’equilibrio e ponderatezza che si richiede a rappresentanti delle istituzioni, i suddetti Consiglieri comunali hanno infatti preteso, senza alcun rispetto per il lavoro degli uffici e con la continua minaccia di rivolgersi ai Carabinieri, l’immediata consegna da parte del Dirigente del Servizio di tutta la mole di atti che compongono il fascicolo della vicenda Sacramati.

Il Comune, nonostante la mancanza di rispetto e l’arroganza dimostrate dai Consiglieri, ha agito come sempre all’insegna della trasparenza, garantendo senza indugio l’accesso agli atti, che del resto sono sempre stati a disposizione dei Consiglieri. Sappiano dunque costoro che non ci faremo intimidire da atteggiamenti come questi, che ledono le più elementari garanzie di correttezza nei rapporti tra maggioranza e opposizione e sono dettati dalla sola volontà di inasprire i toni e alimentare polemiche.

Non resta che constatare con amarezza, ancora una volta, il comportamento dei consiglieri comunali del Coordinamento delle Liste Civiche, che di fronte al comportamento di un’impresa inadempiente che sembra aver ingaggiato una guerra senza confini contro la città nel suo insieme, pur di strumentalizzare la vicenda, invece di schierarsi dalla parte della comunità locale che ha subito il danno, non esitano a prendere le parti della ditta privata, amplificandone istanze e pretese.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 28 maggio 2008 - 3409 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, politica, senigallia, palazzo comunale senigallia


lungomaredeserto

Commento sconsigliato, leggilo comunque

la richiesta

Commento sconsigliato, leggilo comunque

l'ignorante

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Alla luce del comunicato del Comune, in relazione al comunicato delle Liste Civiche, direi che la situazione s\'è troppo incancrenita.<br />
<br />
Non mi interessa sapere il perchè, ma solo che tutto si sistemi e alla svelta: non posso pensare che la città vada avanti da qui alle prossime elezioni con continui battibecchi tra le parti, tra faldoni + o - nascosti, tra ripicche personali, tra fatti/notizie dati o non dati, veri o non veri, correnti-correntine-correntelle, autorità senza autorità e minoranze col coltello tra i denti e cose simili.<br />
<br />
Già ho il mio bel daffare a tirare avanti una carretta che diventa ogni giorno + pesante.<br />

A- Il Comune dice bugie. E\'un fatto.<br />
<br />
B- Il Comune ha tollerato scientemente una palese irregolarità (anzi, illegalità) che si stava verificando in un cantiere da esso stesso appaltato. E\' un fatto.<br />
<br />
A questo il Comune deve rispondere, non sui modi di Paradisi & c. oppure nascondersi dietro la presunta diatriba impresa privata-comunità nella quale per partito preso bisogna schierarsi con la comunità.<br />
<br />
La comunità non è parte in causa.<br />
La comunità è vittima.<br />
Non dell\'impresa privata che si limita a tutelare i propri interessi, ma di amministratori incapaci nella migliore delle ipotesi e non voglio dire cosa nella peggiore<br />
<br />
Il problema non è questo ma è:<br />
Come poteva fare la comunità a non trovarsi con tutti i propri beni immobili pignorati?<br />
<br />
Forse scegliendo altri amministratori e nominando altri dirigenti, sicuramente più trasparenti e al 99.9% anche più capaci.<br />

Commento sconsigliato, leggilo comunque