Chiaravalle: la banda del tombino torna a colpire

vetrina farmacia spaccata 12/06/2008 - Nella notte tra martedì e ieri ignoti hanno asportato il registratore di cassa della farmacia Fiori di via Verdi. Sono riusciti a penetrare nel locale buttando giù una vetrata laterale, spaccandola con un tombino.

Un colpo che fa il paio con quello messa a segno durante lo scorso fine settimana al bar Stop ‘n’ go nella zona industriale di Jesi. Anche in quel caso venne utilizzato un tombino per buttare giù il vetro antisfondamento del locale. Questo fa pensare che dietro potrebbe esserci la stessa mano. I ladri hanno dimostrato anche in questo colpo di conoscere bene il posto da depredare: hanno accuratamente aggirato le zone coperte dalle telecamere di videosorveglianza e sono riusciti a disinserire l’antifurto. Poi se ne sono usciti portandosi appresso il registratore di cassa con dentro un fondo di qualche centinaio di euro.

I titolari della farmacia si sono accorti ieri mattina di quanto avvenuto ed hanno subito informato i carabinieri della stazione di Chiaravalle che, giunti sul posto, hanno ritrovato numerose tracce dei malviventi. I militari hanno anche ascoltato un testimone oculare residente in un condominio della zona che, richiamato dai rumori nella notte, ha visto allontanarsi due persone di alta statura. “Abbiamo paura – ha confessato una delle farmaciste – la dottoressa abita proprio qui sopra e martedì notte aveva la reperibilità notturna. Cosa sarebbe successo se fosse scesa e si fosse travata davanti i ladri?”.







Questo è un articolo pubblicato il 12-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 giugno 2008 - 1213 letture

In questo articolo si parla di cronaca, marco catalani