Arrestato un giovane marocchino per aggressione e rapina

carabinieri 18/06/2008 - Un marocchino clandestino, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Jesi con l\'accusa di rapina e lesioni ai danni di un tunisino. 

I Carabinieri della Compagnia di Jesi hanno arrestato un marocchino 21enne, clandestino, con l\'accusa di rapina e lesioni ai danni di un uomo tunisino 46enne, regolare in Italia. L\'uomo stava acquistando un pacchetto di sigarette da un distributore automatico nei pressi della stazione ferroviaria di Jesi, quando il giovane marocchino gli si è avvicinato chiedendogli dei soldi.


Al rifiuto il giovane ha aggreddito il 46enne rubandogli 20 euro. Il tunisino ha chiesto aiuto al 112. I Carabinieri hanno rintracciato il marocchino che aveva ancora in tasca il denaro rubato. Il 46enne ha riportato ferite guaribili in dieci giorni. L\'aggressore è ora rinchiuso nel carcere anconetano.






Questo è un articolo pubblicato il 18-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 giugno 2008 - 1178 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, carabinieri