Fabriano: da Perugia ritorna il frammento del più antico statuto della città

fabriano 20/06/2008 - Una Mostra documentaria ed un Convegno di studi affronteranno a Fabriano - venerdi 20 e sabato 21 giugno - il fondamentale ruolo svolto nei secoli X-XVI dal notariato nell’area umbro-marchigiana. La “due giorni” è stata promossa ed organizzata dal Comune fabrianese, dagli Archivi di Stato di Perugia ed Ancona (che a Fabriano ha una importante sezione) e dai Consigli Notarili di Perugia e delle Marche. Il notariato e l’organizzazione dei loro archivi ebbero un ruolo fondamentale nei secoli che sono presi in esame dal convegno che sarà preceduto anche da una mostra.

Il notariato in area umbro-marchigiana: esperienze professionali e produzione documentaria, dove saranno esposti antichi documenti ed oggetti provenienti dagli archivi di Ancona, Fabriano e Perugia. Gli archivi notarili, per la ricchezza del materiale documentario da essi conservato e le vastissime possibilità di utilizzazione delle loro scritture in ogni settore degli studi storici, in campo politico o economico, per la storia del diritto o quella dell\'arte, costituiscono di fatto fonti insostituibili in tutto il territorio nazionale. Archivi notarili esistevano fin dal medioevo in varie località dello Stato della Chiesa e fino al 1588 ogni Comune ebbe regolamenti per la tenuta e conservazione degli atti. In alcuni comuni i documenti erano conservati presso il notaio che li aveva rogati e da questi trasmessi al proprio successore, mentre in altri era stata istituita una struttura pubblica deputata alla conservazione delle carte dei notai cessati.




La mostra documentaria, realizzata grazie alla collaborazione tra l\'Archivio di Stato di Ancona, l\'Archivio di Stato di Perugia e il Comune di Fabriano, ed allestita nella prestigiosa sede del Museo della Carta e della Filigrana, offre l\'occasione per guardare alla figura del notaio e alla sua professione da più angolazioni e scorci. La mostra sarà inaugurata venerdi 20 giugno alle ore 17 e terminerà il giorno successivo. Per l’occasione sarà riportato nella città della carta il frammento del più antico statuto comunale della città di Fabriano, oggi conservato presso l’Archivio di Stato di Perugia e che risale alle fine del XIII secolo. Si tratta di un bifolio di pergamena individuato alcuni anni fa dagli studiosi Giuseppe Avarucci e Ugo Paoli. La pergamena proviene dallo statuto duecentesco di Fabriano, andato distrutto.




Il testo stabilisce e norma le funzioni e competenze del podestà di Fabriano. La preziosa documentazione sarà ufficialmente consegnata dal direttore dell’Archivio di Stato di Perugia alla città di Fabriano, dove resterà conservata per sempre. La scelta di Fabriano come sede dell’evento è stata determinata dal fatto che a Fabriano è conservato il più antico archivio notarile delle Marche, per i preziosi ed antichi documenti conservati presso l’archivio storico del Comune, e per la grande sensibilità mostrata dall’Amministrazione comunale nel voler sostenere tale iniziativa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 20 giugno 2008 - 1264 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano