Ceresoni favorevole al lungomare pedonalizzato

Simone Ceresoni 2' di lettura 24/06/2008 - “Il lungomare pedonalizzato? Una proposta che appoggio e condivido e presto sarà realtà”. L’idea lanciata da Confcommercio, presidente Confcommercio di Senigallia, di chiudere il lungomare alle auto, dopo l’ok dei bagnini incassa il via libera più importante, quello dell’assessore alla viabilità Simone Ceresoni.

La proposta di Conz è ottima – ha spiegato il vicesindaco -. Anzi è formidabile e positiva. Sono sicuro che nel medio e lungo periodo sarà uno degli obbiettivi di questa amministrazione. Ma non solo. La pedonalizzazione del lungomare si inserirà in un progetto di più ampio respiro che coinvolgerà tutto il litorale. Dalla sistemazione dei marciapiedi, alla riqualificazione di alcuni tratti fino all’individuazione di nuovi parcheggi. Uno dei fattori decisivi per la chiusura al traffico del lungomare è sicuramente individuare nuovi posti auto. Ci muoveremo seguendo l’esempio del centro storico dove importanti vie sono state riqualificate e pedonalizzate. Non sono sorti grandi problemi proprio grazie alla creazione di nuovi parcheggi “a raso” individuati in prossimità del centro”.


Ma la proposta di Conz, appoggiata dunque da Ceresoni, non entusiasma proprio tutti. Claudio Albonetti, consigliere Nazionale Assoturismo, infatti, prende l’idea del lungomare chiuso alle auto con le pinze. “In sé la proposta è ottima ma per applicarla serve un tavolo di confronto con tutte le associazioni di categoria. L’idea di pedonalizzare un determinato tratto del litorale equivale a fare una precisa scelta politica: confluire il turismo in una particolare zona. Ciò va studiato a tavolino per non penalizzare alcuni commercianti ed esercenti. Per non parlare del Centro Storico. Pedonalizzando il lungo mare il nostro bellissimo centro subirebbe una svalutazione estiva. Perché non lasciare il lungomare al turismo dell’entroterra, tipicamente giovanile e valorizzare invece il centro per i cosiddetti forestieri attraverso delle iniziative? Magari individuando delle piazzette a tema”.


Pronta è arrivata la risposta di Ceresoni. “Sicuramente il lungomare pedonalizzato sarà il frutto di un confronto con tutte le associazioni e soprattutto con la città. In secondo luogo la valorizzazione estiva del centro è già in programma, grazie ai tanti eventi, dal Caterraduno al Summe Jamboree, che creano un mix di eventi fra spiaggia e centro storico”.


Intanto il primo week end estivo del 2008 è andato in archivio. Già dalle prime ore del mattino infatti, ieri la spiaggia di velluto è stata letteralmente presa d’assalto dai bagnanti. Un continuo via vai di persone che si è protratto fino a tarda sera. Alcune difficoltà per il traffico sono inevitabilmente venute a galla, soprattutto all’incrocio del SembHotel, dove l’imbocco al lungomare ha creato diverse code soprattutto a ridosso delle ore serali.







Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 giugno 2008 - 4513 letture

In questo articolo si parla di traffico, simone ceresoni, riccardo silvi, lungomare, luciano conz


siate seri x cortesia <br />
troppi debbono ricorrere alla cassa prestiti<br />
http://www.icapital.it/index.php?module=CMpro&func=viewpage&pageid=9<br />
pensatene un \'altra .<br />

Prima complanare e parcheggi. <br />
Poi eventualmente se ne parla (forse).<br />
<br />
Sennò la statale sarà un ingorgo perenne.<br />

Cettola Qualunque

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Le frittate senigalliesi saranno presto tutte pronte e commestibili...<br />
Questa, l\'ennesima (la chiameremo quella ai \"frutti di mare\", ma tanto c\'era d\'aspettarselo...)<br />
Presto senigallia non sarà solamente isolata, inaccessibile, immobile, sarà di conseguenza anche non più interessante e appetibile sia da chi ci vive sia da chi la vuole visitare...<br />
Senza immaginare poi se la complanare non verrà fatta!!<br />
A questo punto mancherà solo che qualcuno esca dicendo di smantellare la ferrovia per farne una pista ciclabile ed una passeggiata pedonale...linea che già da anni è sulla bocca di tutti...<br />
<br />
Quello di cui prendo atto questa volta è che il consenso non viene solo univocamente dal comune come di solito ma da esponenti corporativi cittadini stessi...per cui quando il pasto a base di frittate senigalliesi verrà servito e consumato, fra i nomi dei cuochi non ci saranno solo figure comunali...<br />
<br />
stanco in vacanza a senigallia<br />
<br />

In un commento sconsigliato viene riportato che il vice sindaco Ceresoni guida la bicicletta elettrica e telefona. Un mio amico è stato brutalmente radarguito dai vigili per questo. Possiamo \"maltrattare\" benevolmente anche il nostro neo vice sindaco?

Mi permetto di ricordare una cosa: il lungomare pedonalizzato (a proposito, quale dei due? O tutti e due?) per quanto sia un\'idea interessante, si scontra con la realtà del posto per cui si dovrebbero trovare soluzioni per gli ospiti degli alberghi perchè riescano ad arrivare in albergo con i propri mezzi, e che si possa fornire loro un parcheggio NON ESOSO e soprattutto SICURO (il che vuol dire vigilato).<br />
Perchè è vero che un lungomare si può pure pedonalizzare, e da qualche parte si fa, ma sempre là dove esiste già una strada parallela di scorrimento di dimensioni accettabili...e non mi sembra proprio sia il caso di Senigallia.<br />
L\'altra cosa che mi preme far notare è come una delle cose che mi piace fare è visitare i lungomari delle altre città, e la cosa per uno che non ci vive diventa abbastanza complicato (per non dire scoragggiante) se non mi si guida ad un servizio efficente; tradotto: la macchina la posso pure lasciare, ma purchè il parcheggio non mi costi un casino, ci sia posto, non debba aspettare + di 5 minuti per un bus che mi viene a prendere o per trovare delle biciclette a disposizione.<br />
Perchè, vale la pena ricordarlo, il turismo mordi e fuggi non è solo di chi dall\'entroterra arriva, sosta e riparte in giornata, ma pure di quelli che prendono un mezzo, vanno in giro, vedono un bel posto e ddecidono di fermarsi...

No, la complanare VERRA\' FATTA, visto che ormai si parte con i lavori.<br />
Altrimenti il rischio è che Senigallia non avrà mai (e per mai intendo almeno 80 anni) nessun asse ulteriore di scorrimento, con inquinamento e traffico ben peggiori di ora: anche perchè, pur se a molti scoccia ricordarlo, non è vero che TUTTO il traffico sarà deviato sulla complanare, ma la complanare si assocerà alle strade già esistenti (statale, via cellini-stradone-capanna).<br />
In attesa che il quarto asse sia esistente (lungomari collegati).<br />
E purtroppo la soluzione prospettata, per quanto \"scomoda\" (per non dire altri termini ben peggiori...) è l\'unica accettabile.

Il rischio caro Daniele è che ci vorranno 80 anni, si, ma per risistemare una città da buttare...<br />
Non si parla solo di 1 problema a senigallia...<br />
Non si parla solo di viabilità (magari fosse), si parla di oramai sempre più possibile e vicina invivibilità per tantissimi aspetti anche connessi ed intrecciati che non ti stò di sicuro ad elencare perchè tanto tra di noi ci siamo quasi rincoglioniti (vorrebbero, ma non ancora...) a forza di riperterli...<br />
<br />
Come li vogliono risolvere i cittadini senigalliesi???<br />
A questo punto è possibile definire senigallia alla deriva o in balia di se stessa??<br />
<br />
stanco in vacanza a senigallia

Rimpala@hotmail.com

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV