Filottrano: City Rockers contro il razzismo e tre!

22/06/2008 - Dopo il successo delle due passate edizioni ritorna, con l\'inizio di una nuova estate e per la terza volta consecutiva, il FESTIVAL ANTIRAZZISTA organizzato dai Filottrano City Rockers: una festa auto-gestita che non prevede l\'aiuto economico di sponsor. Unica nel suo genere nelle Marche e forse nel resto d\'Italia.

Il 27, 28 e 29 giugno si ripeteranno a Cantalupo di Filottrano in provincia di Ancona le tre giornate dedicate alla multietnicità e a tutte le diversità (culturali,sociali,fisiche etc…) difese con le tipiche armi dei rockers di Filottrano: la musica innanzi tutto, quindi la cultura, la conoscenza, l\'allegria e la gran voglia di stare insieme.

Sul palco saliranno anche quest\'anno oltre 40 gruppi musicali provenienti da tutta Italia e non solo, infatti sempre più massiccia è la presenza di formazioni straniere (marocchine, senegalesi, argentine ), il tutto per un susseguirsi ininterrotto di generi musicali differenti, di lingue e dialetti differenti, di tradizioni differenti. Tutti i gruppi invitati dall\'organizzazione hanno accettato entusiasti di partecipare al festival e tutti suonano per l\'ideale antirazzista che da sempre i Filottrano City Rockers portano avanti. Durante i tre giorni del festival potrete vedere e ascoltare le oltre 15 band filottranesi capitanate dalla Gang dei fratelli Severini, quindi Cisco ex voce dei Modena City Ramblers, il sound e l\'impegno dei Ned Ludd, il folk romano del Legittimo Brigantaggio, l\'esibizione straordinaria del leader degli Skiantos, il mitico Freak Antony, la musica d\'autore di Alessio Lega, il combat-rock dei Linea, gli argentini della Zurda con la loro patchanka, l\'afro word music degli Anima Equal, la comunità musicale marocchina degli Assim, il punk-rock degli FFD. Gli eroi della musica popolare marchigiana e non , i Vincanto, quei pazzi dei Vincisgrassi e della Farmacia Comunale e tanti tanti altri ancora...

Ai concerti si alterneranno all\'interno dell\'area verde di Cantalupo in un clima di festa e collaborazione artisti di strada, mostre fotografiche, bancarelle di associazioni operanti sul campo umanitario, video installazioni e forum dedicati al tema centrale del festival che quest\'anno è il Nomadismo inteso come viaggio, attitudine di vita di alcuni popoli e perciò degna di essere conosciuta, rispettata e apprezzata e non, come spesso accade, solamente perseguitata.

A quarant\'anni dalla morte di Martin Luther King la strada verso l\'uguaglianza fra tutti gli uomini senza distinzione di pelle, costumi, sesso e religione, è ancora tutta da percorrere.

Per i Filottrano City Rockers ogni uomo è portatore di una cultura, di odori, di suoni e di sogni e solamente l\'incontro e il confronto con \"l\'altro\" può dirci realmente chi siamo, da dove veniamo e dove andremo.

Scenario del festival sarà, come gli altri anni, l\'area verde di Cantalupo, piccola frazione di Filottrano (AN).

Durante tutta la durata del festival funzionerà lo stand gastronomico.

I concerti inizieranno ogni giorno alle ore 17.00 e termineranno alle ore 01.00.

L\'ingresso è gratuito

Per ulteriori informazioni riguardo il programma musicale e non solo del festival antirazzista 2008, potete consultare il sito; www.filottranocityrockers.tk







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 giugno 2008 - 1718 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, marche, associazione