Migliorano i conti pubblici del Comune

jesi 3' di lettura 25/06/2008 - I conti pubblici registrano un significativo miglioramento ed il Comune di Jesi incassa il giudizio positivo di Standard & Poor\'s, la società di rating a cui è affidato il compito di certificare il bilancio comunale.

Le “prospettive” - gergo tecnico per stimare la proiezione futura della capacità del Comune di far fronte ai propri impegni finanziari - passano infatti da “stabili” a “positive” alla luce delle buone performance di bilancio e della diminuzione del debito dell’Ente. Allo stesso tempo il rating di lungo termine è stato confermato a “BBB+”. Il Comune di Jesi vede così riconosciuti dal soggetto certificatore gli sforzi compiuti per tenere a posto i propri conti. La revisione delle prospettive, tra l\'altro, prende in considerazione le attese di Standard & Poor’s sulla capacità del Comune di mantenere robusti risultati di bilancio nei prossimi due anni a fronte di entrate crescenti ed un controllo della spesa corrente.




Standard & Poor’s stima inoltre che il Comune continuerà nell’adeguare il fabbisogno di investimento alla propria capacità di autofinanziamento, riducendo gradualmente il debito. “Il rating del Comune - si legge nella nota della società di certificazione - riflette la buona flessibilità finanziaria, la capacità dell’Ente di adeguare il proprio fabbisogno d’investimento alla propria capacità di autofinanziamento ed, infine, il modesto e decrescente debito finanziario residuo”. Nei due precedenti anni, ricorda Standard & Poor\'s il Comune di Jesi ha riportato avanzi dopo la gestione capitale, grazie al un sostanzioso programma di dismissioni patrimoniali realizzato attraverso la propria società di cartolarizzazione ProgettoJesi, totalmente posseduta dal Comune, e grazie anche agli alti livelli degli oneri di urbanizzazione. La positiva gestione capitale ha permesso al Comune di ridurre il suo debito finanziario. Ci si attende tuttavia, una riduzione dello stesso alla luce delle dismissioni patrimoniali programmate per l’anno dalla società di cartolarizzazione. Il ridotto ricorso a dismissioni patrimoniali nel corso del 2007 ed il completamento delle esternalizzazioni di alcuni servizi comunali hanno impattato sulla liquidità dell’Ente. Non ci sono tuttavia tensioni di liquidità grazie anche ad una maggiore capacità di riscossione dei tributi.




“Le prospettive - conclude Standard & Poor\'s - sono positive. Il rating del Comune di Jesi potrebbe essere rivisto al rialzo se l’Ente riuscirà a mantenere robusti risultati di bilancio, in particolare stabilizzando i margini correnti ai livelli attesi, e a ridurre ulteriormente il debito. Ci attendiamo inoltre che la città continui ad adeguare il fabbisogno di investimento alla propria capacità di autofinanziamento, riducendo quindi gradualmente il suo debito”.

Prendiamo atto con favore del giudizio della società di rating - ha sottolineato l\'assessore alle finanze Vincenzo Sorana - che conferma la validità delle scelte compiute dall\'Amministrazione. Su questa strada intendiamo continuare, consapevoli dell\'importanza di mantenere in ordine i conti pubblici e indirizzare la spesa verso quei beni e servizi che non generino sprechi ma crescita per la comunità”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 25 giugno 2008 - 1879 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi





logoEV