Chiaravalle: l\'energia pulita, il futuro della vallata

energia 1' di lettura 18/07/2008 - A Chiaravalle è in arrivo una centrale elettrica sull’Esino che produrrà energia pulita pescando dall’acqua del fiume.

Sarà realizzata a circa 300 metri dal ponte d’ingresso della città in direzione foce e produrrà circa 600 kw all’anno. Una microcentrale per la quale l’azienda privata Idroel di San Benedetto ha già avuto il via libera dalla Regione. Le turbine saranno azionate pescando l’acqua del Vallato e convogliandole a caduta in un pozzo artificiale profondo quattro metri.

Il Comune lunedì prossimo voterà in consiglio comunale una convenzione con la ditta privata visto che, per raggiungere il futuro stabilimento sarà necessario attraversare terreni pubblici. Chiaravalle in cambio avrà un nuovo impianto fotovoltaico da installare sulla scuola elementare Cesare Battisti e, nei pressi della centrale, sarà realizzata un’aula didattica per visite studentesche.

La convenzione ha avuto già il via libera della commissione consiliare che, su proposta di Lorenzo Gobbi (Sa) ha accettato la gratuità delle visite nell’aula didattica e un richiamo particolare al controllo per quanto riguarda le prescrizioni della Regione.





Questo è un articolo pubblicato il 18-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 17 luglio 2008 - 2526 letture

In questo articolo si parla di attualità, energia, marco catalani